Un ex mezzobusto televisivo è l’uomo chiave della politica israeliana

Yair Lapid, un ex giornalista televisivo, è il vincitore delle elezioni israeliane. Con un partito fondato solo da qualche mese è riuscito a conquistare diciannove seggi, classificandosi al secondo posto subito dopo il blocco di destra di Benjamin Netanyahu. Ha ripetuto il successo del padre che già all’inizio degli anni 2000 fece la stessa operazione conquistando quindici seggi e diventando ministro della giustizia.
Lapid ha escluso l’ipotesi di partecipare a una coalizione contro Netanyahu. Ma la sua presenza, certamente, costringerà il primo ministro ad assumere posizioni più pragmatiche e meno ideologizzate.