Terrorismo in Turchia: kamikaze all’Ambasciata Usa

È di nuovo allarme terrorismo in Turchia. Un attentatore suicida si è fatto esplodere all’Ambasciata Usa di Ankara: il suo folle gesto è costato la vita ad un uomo, l’addetto alla vigilanza dell’edificio, mentre altre due persone sono rimaste gravemente ferite. Il kamikaze si è fatto esplodere all’interno di un gabbiotto della sicurezza davanti a un ingresso laterale della rappresentanza diplomatica. Non sembrano esserci dubbi, almeno per il ministro degli Interni turco, sulla matrice dell’attentato, benché questo non sia ancora stato rivendicato da nessuno.
Per il ministro Muammer Guler,  l’attentatore era un esponente di un gruppo di estrema sinistra fuorilegge. La Turchia è un alleato chiave degli Usa nella regione ed è stata teatro negli ultimi anni di attacchi da più fronti. L’attentato avvenuto oggi ha fatto sì che fosse rafforzata la sicurezza attorno all’Ambasciata italiana, che si trova a poche decine di metri da quella Usa.