Terrorismo: in manette a Brescia un presunto terrorista ventenne

È finito in manette El Abboubi, alias “Anas Abdu Shakur”, giovane marocchino arrestato a Brescia con l’accusa di addestramento con finalità di terrorismo internazionale e di incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici e religiosi. Il giovane, ventenne e studente ripetente in una scuola professionale, secondo le indagini, dopo l’uccisione di un militare a Londra e dopo un fatto simile a Parigi, via web si era messo in contatto con il creatore del sito “Islam 4” elogiando gli attentatori. La conversazione via web è stata intercettata dalla polizia e il ragazzo concludeva dicendo: “Con noi non ci può essere pace”. El Abboubi avrebbe inoltre diffuso video e documenti inneggianti al martirio e alla violenza: ma soprattutto, il 13 maggio scorso, avrebbe eseguito ripetuti sopralluoghi virtuali tramite Google Maps alla stazione ferroviaria di Brescia e alla caserma Goito, forse scelti come luogo di una sua imminente azione.