STAFFETTA GENERAZIONALE, APPROVATO ORDINE DEL GIORNO DI NELLO FORMISANO

Nello Formisano

Ordine del Giorno 9/01865-A/085 presentato da FORMISANO Aniello  (CENTRO DEMOCRATICO), co-firmatario PORTAS GIACOMO ANTONIO (PARTITO DEMOCRATICO);
Parere Governo: accolto, 
La Camera,
premesso che:

– lo strumento della cosiddetta «staffetta generazione» utile allo scopo di sostenere l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro e l’attuazione di meccanismi di flessibilità positiva per i lavoratori maturi, pur consapevole che la misura prevista non risolve la questione della disoccupazione giovanile, ma convinta che essa possa contribuire a ridurre il numero dei giovani inoccupati e disoccupati;
– lo stesso Ministro del lavoro Giovannini, in varie occasioni pubbliche, oltre che nell’Audizione tenuta in 11a Commissione (Lavoro e Previdenza sociale) del Senato il 14 maggio 2013, aveva affermato di ritenere utile lo strumento della staffetta generazionale;  
– appare, quindi, necessario tornare a riflettere e decidere sul tema della «staffetta generazionale» per precisarne i contenuti e le modalità,

impegna il Governo
– a riprendere concretamente ed in tempi rapidi il tema della «staffetta generazionale», in modo da consentire, anche in via sperimentale, la concreta attuazione di uno strumento utile per facilitare l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

L’iniziativa per la staffetta generazionale prosegue il suo faticoso cammino fra boicottaggi, polemiche pretestuose e retromarce.
L’ordine del giorno presentato sulla materia da Nello Formisano, Capogruppo di Centro Democratico alla Camera, che è stato sottoscritto anche da Giacomo Portas, deputato del Partito Democratico,  è stato accolto dal Governo, con una piccola aggiunta “anche in via sperimentale”. Una aggiunta che potrebbe far prevedere l’avvio, a breve, di  un percorso per condurre a  una prima attivazione dell’istituto.
D’altronde, la penuria di risorse e la situazione congiunturale non offrono alternative se si vuole intervenire con urgenza per ridurre la disoccupazione giovanile.
La ripresa dei prossimi mesi sarà molto fragile e molto ridotta nei contenuti. Senza il ricorso a strumenti innovativi sono da escludere risultati significativi in termini di maggiore occupazione.
La staffetta generazionale è uno dei pochi strumenti disponibili per ottenere risultati immediati. A costi ridottissimi se applicata nel privato e a costo zero se applicata nella pubblica amministrazione.
Così come i consumi interni, che sono indispensabili per la ripresa, non lasciano prevedere alcun miglioramento di qualche rilievo.
L’unica strada per incrementarli, senza investire fondi pubblici, è una ridistribuzione del reddito orientata alla massimizzazione della propensione ai consumi. Ridistribuzione che, ovviamente, può avvenire solo su base volontaria.
La “staffetta” avrebbe effetti positivi anche su questo piano. E, attraverso il rilancio dei consumi e i conseguenti riflessi positivi sugli investimenti e sulla produzione, contribuirebbe ad irrobustire la gracile ripresa economica dei prossimi mesi.
Moderati e Riformisti continuerà la battaglia fino a quando non saranno superati tutti gli ostacoli artificiosamente frapposti alla sua attivazione (Ettore Nardi).