“Spiagge tunisine piene di Ruby”: la Comunità tunisina di Roma denuncia Grillo

Denuncia per diffamazione in arrivo per Beppe Grillo. A farla partire sarà la Comunità tunisina di Roma, che si dice offesa e diffamata dalla dichiarazione dell’ex comico genovese: quella in cui Grillo, rivolgendosi a Berlusconi, lo invita a fuggire in Tunisia, dove “le spiagge sono piene di Ruby”. La frase ha mandato su tutte le furie la Comunità capitolina del paese africano, per la quale le parole di Grillo ledono gravemente l’immagine e la dignità dell’intero popolo tunisino.
Secondo il Centro socio-culturale tunisino, che tra l’altro ci tiene a precisare che Ruby non è di nazionalità tunisina, “l’errata attribuzione di questi comportamenti alla generalità delle donne tunisine danneggia gravemente l’immagine e la dignità dell’intero popolo tunisino”, offrendo un pregiudizio negativo.
 Per questo il Centro fa sapere di voler agire legalmente nei confronti di questa gratuita offesa e nei confronti di chi l’ha diffusa.