Rissa al comizio di Sandro Ruotolo: Casa Pound in azione

Casa Pound torna all’azione. Questa volta a Civita Castellana, durante un comizio del candidato di Rivoluzione Civile alla Regione Lazio, Sandro Ruotolo. Un gruppo di giovani di Casa Pound ha fatto irruzione, ovviamente con il volto semicoperto, nella sala dove Ruotolo stava incontrando i cittadini: non sono mancati gli insulti verbali e diverse sedie sono state tirate in aria. Sono stati i presenti a chiamare i carabinieri e di conseguenza il comizio è stato interrotto per diverso tempo. È stata la stessa Casa Pound a parlare, in una nota, di “goliardica contestazione all’antidemocratico Sandro Ruotolo”, decisa dopo che il candidato governatore di RC “aveva deciso di non stringere la mano all’esponente di CPI, Simone Di Stefano”. Nei giorni scorsi, infatti, il giornalista era stato al centro di una polemica con Casa Pound, dopo che si era rifiutato di stringere la mano a Simone Di Strefano, anch’egli candidato alla Regione: “Sono orgogliosamente antifascista e ho deciso di non stringere la mano al candidato di Casa Pound, che come me corre per la presidenza della Regione Lazio”, aveva sottolineato.