Rapporto ISTAT: i precari guadagnano il 25% in meno

Ancora una conferma delle contraddizioni del mondo del lavoro italiano arriva dall’ISTAT. Secondo l’Istituto di  Statistica i lavoratori a termine hanno una retribuzione inferiore rispetto ai pari qualifica a tempo indeterminato.  Una anomalia ingiustificata, dal momento che logica vorrebbe che per compensare la minore appetibilità dell’impiego a tempo determinato la retribuzione fosse più alta.