Omofobia, un terzo dei parlamentari firma la nuova proposta

In Parlamento c’è una nuova proposta di legge per contrastare omofobia e transfobia. Questa volta a presentare il nuovo testo, sulla scia di quello proposto (e bocciato, nella scorsa legislatura) dalla deputata del Pd Paola Concia, sono stati il neo deputato Ivan Scalfarotto (Pd), Alessandro Zan (Sel) e Irene Tinagli (Scelta civica), che hanno presentato la nuova proposta di legge di cui sono i primi tre firmatari. Ad aver sottoscritto il testo, però, sono molti di più: ben 221 deputate e deputati, un numero altissimo, viene fatto notare, destinato a salire. La norma, in pratica, mira a completare la legge Mancino-Reale sui reati d’odio, con l’inserimento delle uniche condizioni personali – identità di genere e orientamento sessuale – finora escluse dall’elenco previsto dalla legge.