Libia: l’Italia chiude il Consolato Generale

Il Consolato Generale italiano in Libia, a Bengasi, chiude i battenti. Per una sospensione temporanea, viene fatto sapere dalla Farnesina, e comunque per motivi di sicurezza. Il personale dipendente fino ad oggi impegnato in territorio libico, dunque, farà presto rientro in Italia. La decisione arriva ovviamente come conseguenza dell’attentato terroristico compiuto sabato scorso contro il Console Generale Guido de Sanctis: la sua vettura fu colpita da diversi colpi di proiettile. Un attentato, quest’ultimo, che per il ministro degli Esteri italiano  la dice lunga sulla necessità che la comunità internazionale intensifichi il sostegno alle Istituzioni e al popolo libico. Il governo italiano, spiega infatti una nota, ha comunque “confermato il sostegno italiano all’azione di consolidamento democratico condotta dalle autorità di Tripoli”.