Libertà d’informazione: Italia dopo il Botswana

Italia al 57° posto nella classifica di “Reporter senza frontiere” per la libertà dell’informazione. Guadagniamo quattro posti rispetto al 2011 ma siamo sempre dietro il Niger e il Botswana. Incidono la mancata depenalizzazione del reato di diffamazione e un diffuso uso di pericolose leggi bavaglio. Franco Siddi, segretario della FNSI è perplesso sulla classifica anche se non nasconde che ci sono gravi anomalie sul piano legislativo.