Lazio: smascherati 40 falsi ciechi. Risponderanno di truffa aggravata

Erano stati dichiarati invalidi al cento per cento per cecità assoluta e per questo percepivano una cospicua indennità da parte dell’Inps, ma di fatto ci vedevano benissimo, al punto tale da passeggiare autonomamente, guidare le auto, curare il giardino di casa e messaggiare via Facebook. È così che i carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno smascherato 40 falsi ciechi, sono 18 donne e 22 uomini, che ora dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni dello Stato: il danno erariale di cui questi truffatori sono accusati, infatti, è pari ad oltre 3.583.000 euro. Tutti, oltre alla pensione di invalidità, percepivano anche l’indennità di accompagnamento, pari a circa 1.100 euro al mese. Le indagini dei carabinieri sono durate un anno e sono centinaia le prove, riprese video e pedinamenti vari, che documentano come queste 40 persone abbiano per lungo tempo truffato lo Stato.