La mania delle foto con il cellulare in cabina elettorale: tre denunciati

La mania di scattare foto con il proprio cellulare per immortalare un momento e condividerlo con altri arriva anche nelle cabine elettorali. Tre persone sono state denunciate per aver fotografato la propria scheda elettorale in cabina dopo aver espresso il voto. Il primo “pizzicato” è stato a Torino: qui un trentanovenne è stato beccato a fare la foto al suo voto. I carabinieri hanno sequestrato la scheda e il telefonino. L’uomo non è stato l’unico ad essere denunciato. Anche una donna di 50 anni, al seggio di Bottegone (Pistoia), è stata scoperta mentre scattava una fotografia. Il presidente del seggio ha sentito il click della fotocamera del cellulare, e ha chiamato i carabinieri: la scheda della donna è stata annullata, e la stessa non è stata riammessa al voto. Stessa sorte anche per un imprenditore pescarese di 43 anni. A Spoltore (Pescara) è stato sorpreso dal personale addetto alle operazioni di voto mentre fotografava con il suo cellulare, all’interno della cabina elettorale, la scheda dove aveva espresso il suo voto.