La Banca Popolare di Milano diventa SpA, ma inaugura la cogestione

Rivoluzione alla Banca Popolare di Milano. La società diventa una cooperativa ma, per indorare la pillola fa una serie di concessioni ai propri dipendenti. Il modello di Statuto, che è in via di approvazione prevede una governance duale con un Consiglio di Gestione e un Consiglio di Sorveglianza. In quest’ultimo organismo dovrebbero entrare cinque rappresentanti dei lavoratori su undici. Inoltre, verrà ripartito fra i dipendenti il 10 per cento del capitale sociale.
Forse a Milano sta nascendo una nuova era nei rapporti fra capitale e lavoro.