Intrigo a Teheran: arrestato e scarcerato in quarantotto ore l’ex Procuratore Generale

E’ stato liberato dopo due giorni in carcere Seed Mortazavi, già Procuratore Generale di Teheran, uno dei più duri inquisitori del regime, fedelissimo del Presidente Ahmadinejad.Era finito, a sua volta, sotto inchiesta per la morte in prigione di numerosi manifestanti arrestati nel corso delle manifestazioni contro la elezione alla Presidenza di Ahmadinejad. Quell’inchiesta, però, è ferma. Nell’Iran di oggi difficilmente si viene perseguiti per essere stati troppo rigidi contro gli oppositori.
Si sospetta che Mortazavi sia stato arrestato per un intrigo politico, dopo un violento scambio di accuse con la famiglia del potente Presidente del Parlamento Larijani. Da rilevare che un fratello del Presidente del Parlamento, Sadeq Larijani è a capo del Sistema giudiziario  iraniano.