In Italia la laurea non basta per trovare lavoro

Una volta si aspettava di terminare i propri studi ed essere laureati, per poter ambire a un posto di lavoro di qualità. Oggi il famoso pezzo di carta non è più sufficiente a far sì che i giovani possano inserirsi nel mondo del lavoro, tanto meno di qualità. È così per sei giovani laureati su dieci, per i quali le referenze e l’esperienza pratica  valgono molto più di un titolo di studio per trovare lavoro. A fotografare la realtà dei giovani nel mondo del lavoro è una ricerca promossa dal Gruppo Sanpellegrino in occasione del Premio di Laurea Sanpellegrino Campus, attraverso un sondaggio online in collaborazione con Tesionline su più di 11mila laureati e studenti universitari italiani. Secondo i giovani le difficoltà che impediscono di trovare un posto di lavoro in Italia sono dovute alla bassa propensione che hanno le aziende ad assumere nuovo personale (26%), a causa dei turnover bloccati (25%) e della poca esperienza che è stata maturata (16%). Per il 56% dei giovani italiani la laurea, da sola, non è sufficiente  per trovare un impiego.