Il tragico San Valentino di Pistorius: l’atleta accusato di omicidio

San Valentino trasformatosi in tragedia per Oscar Pistorius, l’atleta sudafricano senza gambe divenuto famoso per aver partecipato alle Olimpiadi di Londra dello scorso anno. Pistorius infatti ha sparato e ucciso nel corso della notte la propria fidanzata. Si tratta di Reeva Steenkamp, nota modella sudafricana di 30 anni, la cui uccisione da parte del fidanzato Pistorius è avvolta da un alone di mistero ed è diventata un vero e proprio giallo. L’uomo ha raccontato di aver ucciso la donna, sparandole quattro colpi di pistola, perché l’aveva scambiata per un ladro, essendo entrata quest’ultima di notte in casa. Ma la polizia sudafricana non ha creduto alla sua versione e ha accusato l’atleta di omicidio volontario, escludendo quindi l’ipotesi che il campione l’abbia scambiata per un ladro. A quanto pare, infatti, nella casa di Pretoria, dove si è consumata la tragedia, c’erano state segnalazioni di “precedenti incidenti” per violenze domestiche. A peggiorare la situazione di Pistorius c’è anche il fatto che la villa è ritenuta molto sicura e sempre sotto controllo: sarebbe quasi impossibile per un ladro entrarvi per i rigidi controlli.