Il prof agli studenti: “Sei gay? Fatti curare”

Non può non far discutere l’episodio avvenuto in un Liceo classico di Venezia e finito subito su Internet. Siamo all’istituto “Marco Foscarini”. Accade che gli alunni di quarta chiedono al loro professore di religione, il 49enne Enrico Pavanello, una lezione sui matrimoni omosessuali e sui diritti dei gay in generale. Accade anche, però, che il professore, nell’affrontare questo tema assolutamente attuale nella nostra società, usa parole alquanto infelici. Il docente, infatti, distribuisce ad ogni studente degli appunti scritti, contenenti il suo discriminatorio punto di vista sull’omosessualità: in essi si legge che l’apertura ai diritti gay comporterebbe “la pedofilia e la poligamia”, porterebbe al “far-west della fecondazione artificiale” e a relazioni amorose “fatte di brevità”. Si legge inoltre che l’omosessualità è “una ferita dell’identità”, per quanto “chi è gay deve farsi curare”.  I suoi appunti devono aver infastidito talmente uno studente, che ha deciso di scannerizzare il documento e pubblicarlo in Internet. Immediato il coro di polemiche. Di sicuro non di tratta di una semplice caduta di stile, ma di discriminazione allo stato puro e di sicuro l’episodio non dovrebbe passare inosservato e impunito.