IL PROCESSO MEDIASET VA AVANTI. NESSUN LEGITTIMO IMPEDIMENTO

Silvio Berluscon

Nulla da fare per i difensori di Silvio Berlusconi, che per la seconda volta vedono respinto il tentativo di bloccare un processo che vede coinvolto il loro assistito. Questa volta siamo nell’ambito del processo Mediaset, tra i cui imputati c’è anche il Cavaliere. La difesa dell’ex premier aveva presentato un’istanza di legittimo impedimento, chiedendo ai giudici milanesi la sospensione del processo fino a dopo le elezioni politiche. La motivazione di tale richiesta è facile da intuire, anche perché è identica a quella addotta pochi giorni fa nell’ambito del processo Ruby: gli impegni politici di Berlusconi in questo periodo di campagna elettorale.

 

Ma i giudici della seconda Corte d’Appello di Milano non si sono fatti intimidire neanche questa seconda volta e hanno definito “generiche” le argomentazioni dei legali di Berlusconi: per i giudici la continuazione del processo non influirà sulla campagna elettorale. Quindi il processo va avanti regolarmente. Il Tribunale, inoltre, ha rilevato che il processo in cui Berlusconi è imputato per frode fiscale arriverà a sentenza dopo le elezioni. Di conseguenza non c’è alcun rischio di “un clamore mediatico” che possa turbare la competizione politica.