Human Right Watch contro l’Italia: viola i diritti umani

L’Ong “Human Rights Watch” bacchetta l’Italia sui respingimenti sommari di bambini migranti e richiedenti asilo verso la Grecia. E lo fa con un rapporto di 45 pagine, contenente interviste a 29 bambini e adulti respinti sommariamente dai porti italiani (20 di questi nel solo 2012). I respingimenti attuati dall’Italia, è questa l’accusa di “Human Rights Watch”, sono proibiti dal diritto italiano e internazionale. La Ong si lamenta che migranti sorpresi dopo che hanno viaggiato clandestinamente sui traghetti dalla Grecia, vengono rispediti indietro nel giro di poche ore, senza che ne vengano presi in adeguata considerazione i particolari bisogni in qualità di bambini o di richiedenti asilo. In Grecia questi soggetti si trovano poi ad affrontare un sistema di asilo che non funziona e condizioni detentive inumane. Il rapporto denuncia la mancanza di screening appropriati a identificare le persone bisognose di protezione nelle procedure della Polizia di frontiera italiana nei porti adriatici di Ancona, Bari, Brindisi, Venezia, in violazione degli obblighi giuridici dell’Italia.