Fiumicino, aereo Carpatair fuori pista: 16 feriti e polemiche

Continuano le polemiche sull’aereo ATR 72, appartenente alla compagnia romena Carpatair, finito fuori pista. L’incidente è avvenuto all’aeroporto di Fiumicino, dove il velivolo, proveniente da Pisa, sarebbe dovuto atterrare regolarmente sabato sera: cinquanta le persone a bordo, tra le quali sedici feriti, due di queste in gravi condizioni ma per fortuna non in pericolo di vita. Non è ancora chiaro se alla base dell’atterraggio sbagliato vi sia il forte vento che sabato sera soffiava sullo scalo “Leonardo Da Vinci”, ma di sicuro non si fanno attendere le polemiche sulla compagnia Carpatair, partner di Alitalia. Quest’ultima, infatti, non manca di precedenti: non è nuova a guasti riguardanti i propri velivoli (sono cinque gli incidenti in Italia). Da una parte le polemiche riguardano i passeggeri del volo finito fuori pista, che denunciano l’inadeguatezza dei soccorsi, definiti “troppo lenti e insufficienti”; dall’altra le polemiche investono i sindacati di base, che si scagliano contro Alitalia affermando di avere più volte denunciato lo scarso livello di sicurezza del partner Carpatair. Intanto, sull’aereo, ancora adagiato fuori pista a Fiumicino, è stato disposto il sequestro probatorio, mentre  Fit-Cisl ha proclamato uno sciopero.