Femminicidio: la Camera dice sì alla Convenzione di Istanbul

Primo sì dell’Italia alla Convenzione di Istanbul contro il femminicidio e la violenza sulle donne: la Camera ha approvato all’unanimità la ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne. I sì sono stati 545, un risultato salutato da un lungo applauso dell’emiciclo. La Convenzione, approvata dal Comitato dei ministri dell’Ue il 7 aprile 2011 e firmata dall’Italia dall’allora ministro Elsa Fornero nel settembre scorso a Strasburgo, prevede il contrasto a ogni forma di violenza, fisica e psicologica sulle donne, dallo stupro allo stalking, dai matrimoni forzati alle mutilazioni genitali e impegno a tutti i livelli sulla prevenzione: eliminando al contempo ogni forma di discriminazione e promuovendo la concreta parità tra i sessi, rafforzando l’autonomia e l’autodeterminazione delle donne. Ottenuto l’ok definitivo della Camera, il testo passa ora all’esame del Senato.