Fallimento Safin: Cecchi Gori condannato a 6 anni

Vittorio Cecchi Gori, noto produttore cinematografico, è stato condannato a 6 anni di reclusione per bancarotta in relazione al fallimento della Safin Cinematografica, società fallita il 20 febbraio 2008, per un crac da 24 milioni di euro. Insieme a Cecchi Gori sono stati condannati anche altri cinque imputati: si tratta di Luigi Barone, collaboratore del produttore, condannato a 5 anni; Edoardo De Memme, liquidatore della società, condannato a 3 anni; Giorgio Ghini, ex presidente del collegio sindacale della Safin, al quale sono stati dati 4 anni e 6 mesi; 3 anni e mezzo sono stati invece inflitti a Vittorio Micocci e Alessandro Mattioli, ex componenti del collegio sindacale. C’è un solo assolto, il liquidatore Ettore Parlato.