Egitto: revisione del processo per Hosni Mubarak

Nuovo processo per Hosni Mubarak: lo ha deciso la Corte di Cassazione egiziana, accogliendo il ricorso dell’ex rais e del suo ex ministro dell’Interno, condannati a giugno scorso all’ergastolo per l’uccisione di manifestanti durante le proteste egiziane del 2011: quelle che portarono alla caduta del regime e spianarono la strada all’elezione del presidente islamista Mohamed Morsi. Mubarak, i suoi due figli Alaa e Gamal, l’ex ministro dell’Interno e sei alti funzionari del ministero dell’Interno, dunque, saranno processati di nuovo. La data del nuovo processo non è ancora stata fissata, ma fino ad allora tutti dovranno rimanere in carcere, in quanto devono rispondere anche di altri reati. Solo pochi giorni fa l’ex rais, ricoverato in un ospedale militare in seguito a una caduta in cui si era fratturato diverse costole, è stato interrogato in merito a nuove accuse di corruzione riguardanti regali di un valore pari a 700.000 euro.