Cina: inquinamento record. Cittadini in casa

Inquinamento atmosferico record a Pechino, dove, superati i livelli di guardia e alzato al “livello giallo” lo stato di allerta, si temono seri rischi per la salute dei cittadini. Le autorità cinesi, infatti, invitano tutti gli abitanti a non uscire di casa. La raccomandazione riguarda soprattutto anziani e bambini e coloro che hanno problemi respiratori o cardiovascolari.
È da due giorni che una folta coltre di nebbia avvolge diverse aree della Cina centrale e orientale, portando a livelli altissimi l’inquinamento da microparticelle e rendendo difficili i trasporti. Ufficialmente il livello di inquinamento delle polveri sottili (il cosiddetto PM 2,5) è arrivato a 700 microgrammi per metro cubo. In Italia il  limite è di 50 microgrammi. Visibilità ridotta è stata registrata nelle città di Pechino, Tianjin e Chongqing, così come in diverse aree delle provincie dell’Hebei, Henan, Jiangsu, Sichuan, Hunan, Guizhou, Yunnan e Guangxi.