BERLUSCONI E LA LETTERA SULL’IMU. PRESENTATA DENUNCIA PER VOTO DI SCAMBIO

Rimborso IMU 2012

Che la promessa della restituzione dell’Imu fosse solo l’ennesima truffa elettorale targata Silvio Berlusconi era cosa più che prevedibile. Ma che questo marchingegno del Cavaliere potesse costargli una denuncia, no. Sono gli ultimi giorni di campagna elettorale e tutti i leader scendono in campo per accaparrarsi il maggior consenso possibile. Con ogni mezzo, ovviamente, purché sia fattibile. Ma tra tutti quelli adoperati ce n’è uno che conquista la scena più degli altri perché irreale, con tanto di polemiche a seguire. È quello di Silvio Berlusconi, che ha pensato bene di inviare una lettera a migliaia di elettori italiani, con oggetto “Restituzione dell’Imu”.
Una lettera ingannevole, che conferma ancora una volta come Berlusconi pensi che gli italiani siano degli sciocchi, capaci di credere a qualsiasi frottola. Nella sviante missiva vengono addirittura specificati i tempi e le modalità per accedere, nel 2013, al rimborso dell’Imu pagata nel 2012 sulla prima casa, sui terreni e sui fabbricati agricoli. Per l’esattezza, il testo recita la frase “Per ottenere il rimborso dell’Imu 2012 devi votare il Pdl”. Una cosa impensabile, a meno che Berlusconi non abbia seriamente pensato  di restituire quei soldi, a ogni singolo italiano, di tasca propria.

Come assurda è la promessa fatta sempre dall’ex capo del governo di abolire definitivamente l’Imu, qualora il Pdl dovesse vincere le elezioni. L’abolizione dell’Imu, infatti, che il Cavaliere ha esteso dalla prima casa anche ai fabbricati agricoli e ai terreni, comporterebbe un costo di 8 miliardi di euro: una cifra che allo stato attuale l’Italia non può permettersi.
Eppure c’è chi da quella lettera si è fatto trarre in inganno. A Genova per esempio diverse persone,  dopo avere ricevuto la lettera per il rimborso dell’Imu, si sono recate presso i Centri assistenza fiscale dei sindacati per chiedere i moduli. I sindacati, per evitare che l’afflusso aumentasse, hanno dovuto emettere un comunicato ufficiale di smentita.
Ma soprattutto, la lettera che gli italiani si sono visti recapitare nella propria cassetta postale è sembrata a molti un tentativo di voto di scambio a tutti gli effetti. È quel “Per ottenere il rimborso dell’Imu 2012 devi votare il Pdl” che fa un’enorme differenza. Sembra una promessa di soldi in cambio del voto al Pdl. E proprio le ipotesi di reato di voto di scambio e truffa elettorale sono alla base della denuncia presentata alla Procura di Roma da Rivoluzione Civile. Rc ha deciso di rivolgersi alla magistratura, chiedendo di valutare l’eventuale sussistenza di profili penali legati alla lettera di “istruzioni sul rimborso Imu” con la quale Berlusconi vuole frodare gli italiani.
Sarà la magistratura a valutare se è configurabile un reato. Quello che è certo è che la lettera passerà alla storia come un tentativo di condizionare il voto con mezzucci di bassa lega che dimostrato che il Cavaliere è ormai alla disperazione ed è pronto ad usare qualunque mezzo per ribaltare il risultato.
Non è tanto la sconfitta che preoccupa Berlusconi. È il dopo. È la profezia di Monti che il PDL, in caso di insuccesso, si sfalderà. Profezia che, probabilmente,  non è una tesi  astratta ma una previsione fondata su informazioni concrete.