9 febbraio 2013

Clan dei Casalesi: sequestrati beni per 18 mln a Modena

Annualmente dichiarava poche migliaia di euro al fisco, ma la Guardia di Finanza gli ha scoperto e sequestrato un patrimonio del valore di 18 milioni di euro. È così che Paolo Landolfo, ritenuto uno dei capi del clan camorristico dei Casalesi a Modena e provincia, dove si era trasferito da diverso tempo, è stato smascherato. Secondo gli inquirenti, l’uomo, originario di Casal di Principe, era in diretto contatto con esponenti di primissimo piano del clan Casalese: su tutti Sebastiano Panaro, attualmente detenuto con condanna all’ergastolo, cugino dello storico boss Francesco Schiavone detto “Sandokan”. L’ingente patrimonio sequestrato dalla Finanza (composto da […]
9 febbraio 2013

Diritti Tv: processo sospeso per legittimo impedimento

È stata accolta la richiesta dei legali difensori di Silvio Berlusconi di rinviare l’udienza del processo sui diritti tv Mediaset.Tutto rinviato al primo marzo, prima data utile dopo le elezioni. Per legittimo impedimento ovviamente, perché Berlusconi è in campagna elettorale, ed essendo la campagna elettorale in fase conclusiva tutti i candidati sono impegnati nella consueta propaganda politica. In altre parole, tra comparsate in tv, interviste radiofoniche e interventi in sale stampa il Cavaliere non avrebbe mai trovato il modo e il tempo di potersi recarsi in aula al Tribunale. Bisognerà attendere quindi il primo marzo, dopo il voto, per far […]
9 febbraio 2013
David-Cameron

NOZZE GAY: PER I DIRITTI CIVILI L’ITALIA RESTA UN PAESE ARRETRATO

Mentre in Italia si procede a piccolissime dosi, portando avanti un dibattito con toni a volte molto duri, nel resto del mondo ci sono Paesi che, pur concedendosi polemiche e vivaci discussioni, fanno susseguire i fatti alle parole e riescono alla fine ad approvare leggi necessarie a rendere possibile il matrimonio tra omosessuali. È il caso della Francia e della Gran Bretagna, ultime solo per ordine di tempo, che in questi giorni sono riuscite a compiere un importante passo avanti in materia di parità di diritti. In entrambi i Paesi, infatti, è già stato detto un mezzo “si” alle nozze […]
9 febbraio 2013
Giorgio Benvenuto

GIORGIO BENVENUTO: PER FIAT E SINDACATI L’UNICA VIA È IL CONFRONTO NEGOZIALE

La Fiat che abbiamo conosciuto sino a qualche tempo fa, quella che ho conosciuto anche io, prima da segretario dei metalmeccanici e poi da segretario della Uil, era una fabbrica italiana, anzi era una fabbrica piemontese. Al vertice c’era la Famiglia, identificabile in Gianni e Umberto Agnelli, la gestione era affidata a Cesare Romiti e a un gruppo di manager che avvertivano in maniera forte l’orgoglio di essere un pezzo fondamentale, il più riconoscibile e antico, del Made in Italy.Un’ azienda che considerava centrale la produzione di automobili nella propria strategia. Un’ azienda che si identificava con la storia d’Italia. […]