Renzi: il lavoro è la madre di tutte le battaglie

Tutti, anche i suoi avversari, hanno sempre riconosciuto che Renzi sapeva perdere. Lo ha dimostrato dopo la sconfitta alle primarie contro Bersani del 2012, una sconfitta sulla quale ha costruito la vittoria a mani basse del 2013.
Ora sta dimostrando, anche di saper vincere. I toni bassi, il senso della misura, la consapevolezza che quel 41 per cento è una scommessa sul futuro dimostrano che il Presidente del Consiglio è consapevole che il successo è una grande opportunità ma comporta  anche grandi responsabilità di fronte agli italiani.
Anche la scelta dei temi è quella giusta. Mettere il lavoro al centro della politica è una scelta strategica che dimostra che Renzi ha compreso quali sono i problemi prioritari che i cittadini gli chiedono di affrontare.
Ovviamente, questo non basta. I politici non possono limitarsi a fare le analisi. Devono trovare le soluzioni.
Ma, fare una analisi corretta è già un inizio significativo.
Per il lavoro si può fare molto, anche perché negli ultimi anni non è stato fatto niente. Speriamo di vedere a breve qualche primo provvedimento concreto.