GRILLO SUPER-ONCOLOGO CONTESTA UMBERTO VERONESI. IL LEADER DEI CINQUE STELLE SUPERA SE STESSO

Grillo che lancia accuse contro Umberto Veronesi è il simbolo dell’impazzimento della politica e della comunicazione in Italia. Tra l’altro, si tratta di accuse specifiche che riguardano i protocolli che segue il Professore nella cura dei tumori. E che, se fossero vere, integrerebbero probabilmente ipotesi di reato.
Eppure, tranne la replica della ministra della sanità Beatrice Lorenzin per dovere di ufficio, non c’è stata nessuna risposta tranchant. Nessuno ha osato scrivere che Grillo non ha nessun titolo per esprimere valutazioni su Veronesi e sui suoi metodi di cura e, cosa ancora più grave, nessuno ha avuto il coraggio di ignorare le dichiarazioni di Grillo.
Anzi, i giornali sono pieni di titoli a caratteri cubitali su queste dichiarazioni. E senza alcun commento critico, senza alcuna nota che faccia capire al lettore l’assurdità del fatto.In pratica, nei mass media la regola più importante è sempre la stessa, chi la spara più grossa vince.
E, quindi, Grillo che contesta Veronesi e parla delle mammografie fa notizia e merita ampio spazio. Magari, di più di quanto possa essere concesso allo stesso Veronesi per il quale le mammografie sono routine. E la routine non merita titoli a nove colonne.
È la ricerca del sensazionale a tutti i costi, la comunicazione a rovescio che è uno dei mali più gravi della società italiana.                                                             (andrea daniro)