2 aprile 2012
Presidente Monti e ministro Fornero

ARTICOLO 18: DUBBI DI COSTITUZIONALITÀ

Tornando a Roma dal viaggio in Cina il Presidente del Consiglio troverà sulla scrivania l’art. 18 in una formulazione ancora provvisoria.La bozza elaborata a seguito delle trattative con le Confederazioni sindacali non è ancora quella definitiva. In questi giorni si è discusso molto, ma, sostanzialmente, non si sono fatti passi in avanti. Il ministro del Welfare, evidentemente, si rende conto della fragilità della costruzione messa in piedi, e, quindi, non affretta i tempi e rinvia una scelta definitiva.Di motivazioni per giustificare il ritardo ce ne sono tante, dalla opposizione ferma della CGIL ai ripensamenti di UIL, CISL e UGL e […]
27 marzo 2012
dipendenti-pubblici

LE MODIFICHE ALL’ART. 18 NON SI APPLICANO AI DIPENDENTI PUBBLICI

La materia è regolamentata dalla legge 12/11/2011 n. 183 Alcuni commentatori in questi giorni si stanno esercitando con ipotesi divergenti sulla possibile estensione della nuova disciplina sulla licenziabilità per motivi economici o per motivi disciplinari anche ai dipendenti statali. Anche la ministra Fornero è apparsa incerta, in quanto prima ha affermato che il nuovo art. 18 si applicava anche ai dipendenti pubblici e poi che al momento la normativa non era applicabile. In effetti, la modifica dell’art. 18 non cambia assolutamente nulla per il settore pubblico.La non licenzi abilità degli statali non trae origine dallo statuto dei lavoratori, ma risiede […]
25 marzo 2012
Manifestazione contro abolizione art. 18

NUOVE NORME SUI LICENZIAMENTI – ELIMINARE LE CONTRADDIZIONI

Alla fine Monti si è arreso. Anche se i comunicati ufficiali continuano a dire che sull’art. 18 non cambia nulla, in realtà con la formula del “salvo intese” e con il ricorso al disegno di legge ha aperto la strada a modifiche  che potranno rendere accettabile la nuova disciplina anche ai lavoratori e ai sindacati.Un passo avanti ufficiale, in realtà, l’esecutivo lo ha fatto già, in quanto il comunicato ufficiale dice al 2° capoverso “Al fine di evitare la possibilità di ricorrere strumentalmente a licenziamenti oggettivi o economici che dissimulino altre motivazioni, di natura discriminatoria o disciplinare, è fatta salva […]
23 marzo 2012
Presidente Monti e ministro Fornero

CON IL NUOVO ART. 18 VINCONO SOLO GLI AVVOCATI

Premesso che ad oggi non c’è ancora un testo scritto e che potremmo scoprire una realtà diversa al momento di leggere i provvedimenti sulla Gazzetta Ufficiale, al momento le modifiche all’art. 18 non appaiono tali da giustificare il violento scontro in atto.Ci sono tre tipologie di licenziamenti: licenziamenti discriminatori, licenziamenti disciplinari e licenziamenti economici.Per i licenziamenti discriminatori non cambia niente. Sono nulli e il giudice non può che ordinare il reintegro dei dipendenti.Per i licenziamenti disciplinari, con la vecchia normativa il lavoratore poteva scegliere fra il reintegro e un indennizzo pari a quindici mensilità, oltre al risarcimento del danno.Con la […]