21 marzo 2012
Presidente Monti e ministro Fornero

CAMBIA L’ART. 18 MA RIMANE LA TUTELA GIUDIZIARIA

La trattativa sul mercato del lavoro è formalmente conclusa, anche se rimangono margini per ulteriori aggiustamenti.La formula della sottoscrizione del verbale lascia aperti spiragli per modifiche dell’ultimo minuto che, pur lasciando immutata la intelaiatura dell’Accordo, potrebbero venire incontro alle osservazioni della CGIL che, fino all’ultimo, è rimasta su una linea di ferma contrapposizione.E lo strumento del disegno di legge o della legge delega potrebbe portare alla approvazione di emendamenti migliorativi in Parlamento.Come era prevedibile lo scoglio è stato l’art. 18 in quanto su contratti e ammortizzatori sociali l’intesa era acquisita da tempo, pur con riserve e perplessità da parte di […]
19 marzo 2012
Fornero, Marcegaglia, Camusso

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO ALLE BATTUTE FINALI

La settimana che si apre dovrebbe essere decisiva per la riforma sul mercato del lavoro. Le dichiarazioni polemiche in cui si stanno esercitando tutti i protagonisti non devono trarre in inganno. Nelle fasi finali di una trattativa sindacale si accendono sempre violenti contrasti fra i partecipanti. Sono schermaglie tattiche volte a strappare ulteriori concessioni nella fase di chiusura. La sensazione è che nonostante le polemiche, l’intesa non sia lontana. Anche se in una trattativa così ampia con tanti interessi in gioco non è da escludere fino all’ultimo momento che si incontri un punto che si riveli non negoziabile per una […]
15 marzo 2012
Camusso Bonanni Angeletti

INTESA VICINA PER LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO?

Fare previsioni su una trattativa così complessa come quella in corso sul mercato del lavoro è molto difficile.Alcuni segnali inducono a vedere l’intesa vicina.Nonostante i contrasti anche accesi il tavolo ha retto e tutti i partecipanti mostrano di avere interesse ad evitare una rottura.Le dichiarazioni abbottonate dei protagonisti lasciano ritenere che i bilanciamenti fra le varie questioni aperte potrebbero portare nei prossimi giorni a uno scambio di reciproche concessioni con esito favorevole della trattativa.
27 febbraio 2012

STIPENDI DA TERZO MONDO

È stato sufficiente uno studio di Eurostat per spostare l’attenzione di osservatori e media italiani dall’art. 18 agli stipendi dei lavoratori italiani.Improvvisamente, si è scoperto che le retribuzioni nel nostro paese sono molto inferiori a quelle dei paesi concorrenti. E il confronto è negativo non solo con Francia, Germania, Austria ma anche con Paesi in crisi quali l’Irlanda,  la Grecia, la Spagna e, perfino, Cipro. Era, in realtà, una situazione già nota, anche prima di conoscere le cifre pubblicate dall’Istituto di statistiche europeo. Una situazione che trae origine da un gigantesco trasferimento di reddito dai lavoratori dipendenti ad altre categorie, imprenditori, commercianti, […]