30 dicembre 2014
Matteo Renzi

I DIPENDENTI PUBBLICI NON SONO LICENZIABILI CON LE PROCEDURE DEL SETTORE PRIVATO. LO IMPEDISCONO LA CARTA COSTITUZIONALE E IL BUON SENSO

Ha fatto bene Renzi a impedire un obbrobrio giuridico cancellando ogni riferimento ai dipendenti pubblici nella nuova normativa sui licenziamenti nel privato. Il sen. Pietro Ichino sta conducendo l’ennesima battaglia sbagliata per tentare di forzare ulteriormente una riforma che, già senza il suo contributo, provocherà non pochi disastri. Il Jobs act, nella scia della legge Fornero, segna la definitiva affermazione della autorità assoluta del datore di lavoro in azienda, in stile pre – Statuto dei lavoratori.  Ovviamente, nessuno mette in dubbio il potere gerarchico dell’imprenditore. L’anomalia è la pretesa di esercitare quel potere senza un controllo di legalità da parte […]
23 dicembre 2014
Giorgio Benvenuto

MODIFICARE I MECCANISMI DI SVILUPPO CON IL CONSENSO E LA PLURALITÀ PER RICOSTRUIRE LA COESIONE DEL PAESE

Lo scenario sul quale si muovono il Governo, i partiti e le forze economiche e sociali è la crisi del paese. Una crisi profonda, così diffusa e articolata da lasciare sgomenti. Gli anni della cosiddetta seconda repubblica, se li ripercorriamo, sono un’altalena di speranze e di delusioni, di conquiste e di sconfitte. La crisi non passa. È  finito il semestre europeo a conduzione italiana. Non si è avvertito alcun vantaggio. La situazione occupazionale si aggrava di giorno in giorno; cala il potere di acquisto; aumenta l’evasione fiscale; si estende in modo intollerabile la corruzione nella politica e nella burocrazia; aumenta […]
9 dicembre 2014
angela_merkel_

NO ALLA MERKEL. LE RICETTE TEDESCHE DANNEGGIANO L’EUROPA E L’EURO

Le dichiarazioni della cancelliera Merkel, che le riforme avviate in Italia e in Francia sarebbero insufficienti,  sono sbagliate nel metodo e nel merito, come hanno evidenziato, con una reazione ferma e immediata, autorevoli esponenti dell’Esecutivo Renzi. Sbagliate nel metodo in quanto i rapporti fra stati sovrani non permettono a nessuno di impartire lezioni o di dare direttive a governi di altri Paesi. Principio tanto più valido all’interno dell’Unione Europea che può avere un futuro solo se basata sul rispetto reciproco fra i membri che ne fanno parte. Sbagliate nel merito in quanto la Germania ha responsabilità molto più gravi di […]
6 dicembre 2014
Formisano

FORMISANO (IDV) SU MAFIA ROMA: CANTONE PREDISPONGA CODICE ETICO PER I PARTITI.

“Italia dei Valori è da sempre impegnata sui temi della trasparenza e della legalità. Quel che preoccupa, come accaduto, purtroppo, anche nella vicenda romana, è che bisogna attendere sempre la magistratura per scoprire il marcio presente nelle istituzioni”. Ad affermarlo, in una nota, è l’on. Nello Formisano (Idv), portavoce parlamentare dell’Italia dei Valori, il quale aggiunge: “Ricordo pure che la corruzione incide per circa 60 miliardi l’anno sulle casse dello Stato. Occorre che i partiti, prima ancora che i giudici, facciano pulizia al proprio interno buttando fuori dal cesto le mele marce. Noi dell’Idv – prosegue- che da sempre perseguiamo […]