5 settembre 2015
Nello Formisano

RIFORME, FORMISANO (ITALIA DEI VALORI): BICAMERALISMO NON PARITARIO UNICO OBIETTIVO

“L’unico principio inamovibile della riforma costituzionale dovrà essere il superamento del bicameralismo partitario. Tutte le altre questioni che non incidono su questo principio non devono far correre il rischio di tornare indietro: il sistema costituzionale italiano non è più adeguato ai tempi”. Ad affermarlo, in una nota, è l’on. Nello Formisano (Idv), portavoce parlamentare dell’Italia dei Valori e presidente del Comitato per la Legislazione della Camera, il quale aggiunge: “Questo è lo spirito con cui si muoverà Idv in Parlamento, a cominciare dal Senato dove i nostri voti saranno per la coalizione e per il Governo al fine di raggiungere […]
3 settembre 2015
Nello Formisano

BENE POLETTI, FINALMENTE. FACILITARE L’ACCESSO ALLA PENSIONE E INTRODURRE LA STAFFETTA GENERAZIONALE PER RILANCIARE L’OCCUPAZIONE E LO SVILUPPO ECONOMICO

Le dichiarazioni del ministro Poletti al Corriere della Sera segnano una svolta nella battaglia per una maggiore flessibilità per l’accesso alla pensione e per introdurre nel nostro ordinamento la staffetta generazionale. Ricordo che noi sosteniamo da anni questa linea e che la Camera dei Deputati si è già pronunciata due volte sulla materia approvando, alla unanimità, una mozione a giugno 2013 e un ordine del giorno a dicembre 2013 che ho presentato come primo firmatario insieme con altri parlamentari. Finora, però, nonostante le ampie convergenze registrate, i governi hanno sempre avuto remore e incertezze nell’avviare innovazioni in materia.
1 settembre 2015
il ministro dell'Interno Alfano

TRAGEDIA DI PALAGONIA, L’ ACCOGLIENZA VA CONIUGATA CON LA SICUREZZA. NECESSARIA UNA MAGGIORE PRESENZA DELLO STATO.

L’omicidio dei due coniugi di Palagonia è un evento drammatico sul quale si sono innestate strumentalizzazioni e polemiche volte a sfruttare l’evento in chiave politica. Matteo Salvini non è da prendere in alcuna considerazione.  Non ha idee, non gli interessa la soluzione dei problemi. Per lui l’unico obiettivo sono i voti.  Emanuele Fiano gli ha ricordato che i problemi dell’Italia sono esasperati dal Trattato di Dublino che fu firmato dal governo Berlusconi di cui faceva parte anche la Lega. Ma Salvini probabilmente non sa nemmeno cosa è il Trattato di Dublino e, se lo sa, non gliene interessa assolutamente nulla.
30 agosto 2015
Ministro del Lavoro Poletti

MINISTERO DEL LAVORO NELLA BUFERA. DATI ERRATI SUI NUOVI CONTRATTI

Il ministero del Lavoro è finito ancora una volta nella bufera per un errore nel conteggio dei posti di lavoro. Un errore grave, anche perché le giustificazioni del Ministro Poletti non sono affatto convincenti. E non può certamente essere sufficiente che, come dice Renzi, Poletti gliene abbia cantate quattro in privato ai responsabili. Quando il ministero competente dice che ci sono stati fra gennaio e luglio 630 mila nuovi contratti, invece dei 327 mila che sono nella realtà è la credibilità del ministero che è in gioco.