9 novembre 2015
Matteo Renzi

LEGGE DI STABILITÀ. RIENTRATI I CONTRASTI FRA STATO E REGIONI. MA RESTA L’ESIGENZA DI UN MAGGIORE COORDINAMENTO

Anche quest’anno, come tutti gli anni, sono emersi contrasti tra il governo e le Regioni sulla ripartizione dei fondi prevista dalla legge di stabilità. Si tratta ormai di una vera e propria “tradizione”, che vede da una parte le regioni dare l’allarme per una riduzione dei fondi loro assegnati, dall’altra l’Esecutivo ribattere che si tratta di una semplice razionalizzazione della spesa. Sia come sia, ed indipendentemente dal fatto che la polemica sia poi rientrata dopo l’incontro tra il premer Renzi ed i governatori, il problema resta. Servirebbe un maggiore coordinamento tra lo Stato Centrale e gli Enti locali, coordinamento che […]
8 novembre 2015
pier_luigi_bersani

NASCE SINISTRA ITALIANA. MA I DISTINGUO SONO NUMEROSI E AUTOREVOLI, A COMINCIARE DA PIERLUIGI BERSANI

Rinasce la “cosa rossa”. Come spesso succede ormai da anni, a sinistra del Partito Democratico ricominciano le grandi manovre, dirette alla creazione di una forza politica che sia in grado di intercettare le istanze provenienti dal Paese ed ignorate dal PD renziano. Questa volta ci provano D’Attorre, in unione con il già fuoriuscito Stefano Fassina ed altri deputati e senatori, che hanno costituito insieme con SEL di Nichi Vendola Sinistra Italiana. L’obiettivo sarebbe quello appunto di dare vita ad una sinistra di governo in un momento in cui, sostengono gli oppositori di Renzi, il PD si è spostato su posizioni […]
5 novembre 2015
Romano Prodi

VALORIZZARE LE PRIMARIE COME STRUMENTO FONDAMENTALE DI DEMOCRAZIA CON REGOLE CERTE E CONTROLLI PUBBLICI

L’approssimarsi delle elezioni comunali ha riportato in auge il dibattito sulle primarie, un istituto introdotto nella politica italiana da Romano Prodi che cercava nella legittimazione della base un  rafforzamento della propria posizione di fronte a una coalizione di centro-sinistra che, anche allora, era piuttosto incline alle risse e alle divisioni. Dopo Prodi altri leader, a cominciare da Veltroni, hanno valorizzato le primarie, quale espressione della democrazia in partiti in cui molto spesso ci sono regole interne che non sarebbero considerate corrette in una assemblea di condominio.
30 ottobre 2015
Sede Unione Europea

IN POLONIA NUOVA SCONFITTA PER I PARTITI EUROPEISTI. URGE UNA SVOLTA A BRUXELLES

Le elezioni in Polonia hanno destato grande scalpore in tutta Europa. La tornata elettorale, infatti, ha riportato al governo, con una ampia maggioranza che gli permette di governare da solo, il partito Diritto e Giustizia, espressione della destra nazionalista ed antieuropeista. Si tratta di una forza politica che ha sempre impostato il proprio programma sulla contrapposizione con Bruxelles e con tutto ciò che viene, a torto o a ragione, considerato esterno alla realtà polacca. È possibile quindi aspettarsi in un prossimo futuro un ulteriore irrigidimento della posizione di Varsavia in relazione alla ricollocazione dei migranti, materia su cui l’Unione Europea […]