6 dicembre 2016

DOPO IL NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE RESTANO I PROBLEMI STRUTTURALI DELL’ITALIA. PLURALISMO, APERTURA AL CONFRONTO E DIALOGO CON LE PARTI SOCIALI PER AVVIARE UNA NUOVA FASE DI SVILUPPO

Il risultato del referendum richiede una analisi approfondita in quanto le implicazioni che comporta sono molteplici e gli effetti sul prosieguo della legislatura e sulla evoluzione del quadro politico sono complessi. Una prima considerazione è che la stragrande maggioranza dei cittadini ha espresso un voto politico più che un sì o un no alle modifiche alla Carta costituzionale.
3 dicembre 2016

ALLARME IN EUROPA PER LE ELEZIONI IN AUSTRIA. IL CANDIDATO DELL’ESTREMA DESTRA, HOFER, MINACCIA DI PROMUOVERE L’USCITA DALL’UNIONE

Non c’è solo il referendum italiano a creare tensione in Europa. Anche in Austria, infatti, si vota per il ballottaggio delle elezioni presidenziali, che deve essere ripetuto dopo che l’Alta Corte lo ha annullato a luglio per irregolarità. Nella tornata annullata il candidato vicino ai verdi Van Der Bellen aveva vinto di poche migliaia di voti sull’esponente dell’estrema destra Hofer. Ora nelle cancellerie europee ci si augura lo stesso risultato, soprattutto dopo che Hofer ha annunciato che la sua elezione sarebbe il preludio di un referendum sulla permanenza dell’Austria nell’Unione Europea, dichiarazione su cui ha però fatto una parziale retromarcia […]
3 dicembre 2016

JUNCKER PROPONE CHE LA RICOSTRUZIONE IN CASO DI DISASTRI NATURALI SIA INTERAMENTE A CARICO DELL’UNIONE. MA, AL MOMENTO, LA COMMISSIONE HA STANZIATO SOLO 30 MILIONI.

Questa volta la Commissione europea, probabilmente, ha fatto la mossa giusta. L’Esecutivo comunitario proporrà al Parlamento e al Consiglio europeo di modificare i regolamenti e di finanziare, in caso di calamità naturali, le operazioni di ricostruzione completamente con i fondi strutturali dell’Unione. Il primo caso, ovviamente, è quello dei paesi distrutti dal terremoto nell’Italia centrale. Ma non è perché ne beneficerebbe l’Italia che manifestiamo apprezzamento per la posizione della Commissione. È perché, se andrà a buon fine, dimostrerà che a Bruxelles ci sono personaggi che capiscono che ci sono problemi più importanti della grandezza delle vongole e che è con […]
1 dicembre 2016

LAPO ELKANN ARRESTATO A NEW YORK. LA DIFFICILE DECISIONE DELLA FAMIGLIA CHE HA SCELTO LA LINEA DEL RIGORE ANCHE A COSTO DI AFFRONTARE UNO SCANDALO

La vicenda di Lapo Elkann ha scatenato commenti, critiche, gossip  e pettegolezzi meritevoli di miglior causa. Lapo appartiene a una grande famiglia ma è un cittadino privato. Ha uno stile di vita eterodosso che suscita scalpore in quanto il personaggio viene inquadrato come un esponente dell’alta borghesia, un membro di una delle più illustri casate dell’ imprenditoria italiana. Uno stile che sarebbe considerato meno anomalo se si trattasse di un attore, di un artista, di un uomo del mondo dello spettacolo.