29 febbraio 2016
Jean Claude Juncker

UNA PROPOSTA ITALIANA SUI MIGRANTI: RAFFORZARE LE FRONTIERE ESTERNE DELL’UNIONE

Gli ultimi giorni hanno visto una nuova proposta sull’immigrazione presentata dall’Italia all’Unione Europea. Il governo Renzi ha lanciato un’idea sul tema migranti, che prevede un rafforzamento del trattato di Schengen, da ottenersi mediante una nuova politica comune sulla materia. La proposta italiana, in particolare, prevede l’emissione di bond europei, finalizzati alla raccolta di fondi per rafforzare le frontiere esterne della UE. Si tratta  di una idea innovativa che, però, per un reale giudizio, deve essere analizzata, considerando le concrete possibilità di realizzazione.
23 febbraio 2016
Abu Omar

CASO ABU OMAR: STRASBURGO SANZIONA L’ITALIA

Strasburgo condanna di nuovo l’Italia: questa volta per il caso Abu Omar. Sono trascorsi tredici anni da quando ebbe inizio la vicenda legata all’ex imam di Milano, ma per la Corte Europea dei diritti dell’uomo oggi sembra non ci siano dubbi: l’Italia, in merito alla vicenda del rapimento e della detenzione illegale di Abu Omar, violò i principi della Convenzione Europea per la tutela dei diritti dell’uomo.  Era il 13 febbraio 2003 quando Abu Omar, allora imam della moschea di via Quaranta a Milano, indagato dalla Procura di Milano per associazione con finalità di terrorismo internazionale, fu rapito dagli uomini […]
21 febbraio 2016
Matteo Salvini

COMUNALI A ROMA: NEL CENTRODESTRA LA QUADRA NON SI TROVA – RISERVE DI SALVINI SU BERTOLASO

Per risolvere il problema dei Rom a Roma non occorre salire sulla ruspa di Salvini, perché i Rom sono già “una categoria vessata e penalizzata”: non avesse mai pronunciato quelle parole Guido Bertolaso, forse oggi sarebbe a pieno titolo il candidato del centrodestra alle amministrative di Roma. Ma, per il leader lumbard, andare contro la ruspa vuol dire andare contro l’ideologia portante del suo partito e per questo la candidatura di Bertolaso non può essere sostenuta in casa Lega. Meglio affossarla. E a nulla è servito il dietrofront dello stesso Bertolaso, che pur di conquistare la simpatia e l’appoggio del […]
18 febbraio 2016
roberto maroni

SANITÀ LOMBARDA E TANGENTI. IN MANETTE FABIO RIZZI, BRACCIO DESTRO DI ROBERTO MARONI

“Non ci sono tangenti nel sistema sanitario lombardo, che è un sistema sano”: era il 20 ottobre 2015 quando il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, pronunciava queste parole, minacciando querele per chiunque avesse osato ipotizzare il contrario.  Sono trascorsi appena quattro mesi da quello scorso 20 ottobre e la Sanità lombarda finisce ancora una volta sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati.  Un nuovo terremoto giudiziario colpisce la Regione Lombardia, e soprattutto la Lega Nord, e guarda caso proprio nell’ambito della Sanità.