18 aprile 2016
Matteo-Renzi

MIGRATION COMPACT: LA RICETTA ITALIANA PER FAR FRONTE ALL’EMERGENZA MIGRANTI. SÌ DALLA COMMISSIONE UE.

Sull’emergenza immigrazione i dati dell’OIM, organizzazione internazionale per le migrazioni, parlano chiaro: gli sbarchi sulle coste italiane sono aumentati del 25 per cento rispetto all’anno 2015 e solo nelle ultime settimane sono circa seimila i migranti arrivati in Italia. Proprio per far fronte all’emergenza immigrazione il governo italiano ha messo nero su bianco un documento che, già inviato ai presidenti della Commissione e del Consiglio Ue Jean Claude Juncker e Donald Tusk, dovrebbe essere analizzato e discusso in occasione della prossima riunione dei ministri degli Esteri dell’Unione.
14 aprile 2016
Ministro del Lavoro Poletti

MARIO DRAGHI LANCIA L’ALLARME SULLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE. MA LE MISURE DEL GOVERNO SONO INEFFICACI E LACUNOSE

L’ultimo allarme lo ha lanciato Mario Draghi. La generazione meglio istruita di sempre rischia di essere una generazione perduta. “Dobbiamo agire in fretta” ha detto il Presidente della BCE richiamando l’attenzione sui pericoli che comportano i livelli abnormi raggiunti dalla disoccupazione giovanile, livelli che, nel lungo periodo, sono insostenibili sia sul piano economico che su quello sociale. Nessuno ha preso nella dovuta considerazione l’appello di Draghi. I quotidiani più autorevoli, sempre pronti a dare spazio all’ultimo tweet di Salvini o alla “comunione” di rito grillino, si sono limitati a una fuggevole notizia, spesso confinata nelle pagine interne.
10 aprile 2016
giulio-regeni

CASO REGENI: L’ITALIA RICHIAMA PER CONSULTAZIONI L’AMBASCIATORE AL CAIRO

Si inaspriscono i rapporti diplomatici tra Italia ed Egitto sul caso Regeni, al punto tale che l’Italia ha deciso di richiamare a Roma l’ambasciatore italiano al Cairo. A far precipitare la situazione è stato il vertice tenutosi a Roma tra gli investigatori italiani e quelli egiziani: l’incontro, che avrebbe dovuto ufficializzare la collaborazione tra le magistrature dei due Paesi, si è concluso invece in maniera fallimentare e non ha prodotto alcuna novità nelle indagini che dovrebbero fare chiarezza sulla misteriosa morte del giovane ricercatore italiano.
30 marzo 2016
Salvatore Girone

CASO MARÒ: PER GIRONE L’IPOTESI DI UNA LUNGA DETENZIONE IN INDIA. DELHI RITIENE INAMMISSIBILE LA RICHIESTA DI RIMPATRIO

Inizia tutta in salita la prima udienza dinanzi al Tribunale arbitrale dell’Aja sulla vicenda dei due Marò italiani. Ancora una volta l’India si oppone alla richiesta italiana di far tornare in patria anche Salvatore Girone, accusato con Massimiliano Latorre di aver ucciso, nel febbraio 2012, due pescatori indiani. Mentre Latorre è in Italia dall’agosto 2015, dopo aver subito una lieve ischemia che è stata curata negli ospedali italiani, Girone è agli arresti domiciliari nell’ambasciata italiana in India.È da ormai quattro anni che il lungo e complesso caso Marò oppone Roma e Delhi. L’Italia chiede che Girone possa fare rientro in […]