27 agosto 2016
francois hollande

FRANCIA, IL CONSIGLIO DI STATO ANNULLA IL DIVIETO DEL BURKINI. RIAFFERMATO IL RISPETTO DELLE MINORANZE

Alla fine la cultura giuridica francese ha prevalso sulla demagogia. Il Consiglio di Stato ha bocciato le ordinanze che vietavano il burkini in spiaggia, adottate da alcuni sindaci sull’onda delle reazioni anti islamiche seguite all’attentato di Nizza. E non poteva essere diversamente. Un Paese, le cui tradizioni richiamano, innanzitutto, la “liberté” non poteva imporre un divieto senza una motivazione di sicurezza o di ordine pubblico. In effetti, le ordinanze che vietano il burkini sono una scivolata che non ha alcun senso né sul piano giuridico, né sul piano politico. 
25 agosto 2016
terremoto-amatrice

TERREMOTO AD AMATRICE. È IL MOMENTO DELLA SOLIDARIETÀ. NO ALLE POLEMICHE E ALLA DIFFUSIONE DI NOTIZIE SENZA FONDAMENTO SCIENTIFICO

In un momento di grande dolore come questo con oltre cento morti e migliaia di feriti e di senza tetto è doveroso mettere da parte le polemiche per superare con la solidarietà e l’impegno comune la sciagura che si è abbattuta sul Paese. Solidarietà che è stata grande in queste prime ore, a testimonianza del fatto che il Paese reale è migliore della rappresentazione che ne viene data. Se anche ci fossero delle responsabilità, dei ritardi, delle manchevolezze, il rispetto per le vittime e la esigenza primaria di non intralciare le operazioni di soccorso impongono di rinviare a una fase […]
23 agosto 2016
Fayez al Sarraj

LIBIA, IL PARLAMENTO DI TOBRUK CONTRO IL GOVERNO DI UNITÀ NAZIONALE. NECESSARIO UN INTERVENTO FORTE DELLA COMUNITÀ INTERNAZIONALE

La situazione in Libia diventa sempre più delicata. Quando sembra che si vada verso una schiarita, c’è subito un fatto, una dichiarazione o una presa di posizione che riporta la soluzione della crisi in alto mare, come se ci fosse una regia occulta che orienta gli eventi verso il caos. Il governo di Farraj aveva ottenuto, nelle ultime settimane, due successi significativi: la riconquista, pressoché completa di Sirte e l’appoggio esplicito degli Stati Uniti.
22 agosto 2016
Donald Trump

DONALD TRUMP IN CALO NEI SONDAGGI. I REPUBBLICANI TEMONO DI PERDERE IL CONTROLLO DEL CONGRESSO. IL TYCOON TENTA IMPROBABILI CAMBI DI POSIZIONE

La campagna elettorale americana continua a riservare sorprese. In campo repubblicano, in particolare, le dichiarazioni sempre più sopra le righe di Donald Trump, fatte nella convinzione che potessero conquistargli il consenso dell’elettorato, si stanno viceversa rivelando un vero e proprio boomerang. Le polemiche estremamente violente sull’immigrazione e le posizioni filorusse sulle questioni siriana ed ucraina stanno allontanando l’elettorato moderato che, a questo punto, potrebbe orientarsi verso il Partito Democratico o disertare le urne. Negli ultimi giorni il tycoon newyorkese sta cercando di correre ai ripari, passando a toni più concilianti ed arrivando a scusarsi per alcune esternazioni particolarmente offensive.