14 dicembre 2012
Movimento 5 stelle.

LA FINTA DEMOCRAZIA DI GRILLO: VIA CHI LO CONTRADDICE

Prima ammoniti e poi letteralmente cacciati. Roba da fare invidia anche ai più famosi reality show televisivi, dove almeno a decretare l’espulsione di un concorrente piuttosto che di un altro è il pubblico sovrano. Non un unico capo, che dall’alto comanda e muove i fili a sua immagine e convenienza.  La cacciata dal M5S di Federica Salsi (meglio nota, dopo la sua partecipazione alla trasmissione televisiva Ballarò,  come “signorina del Punto G”) e di Giovanni Favia (attaccato dopo il fuori onda trasmesso da  PiazzaPulita, in cui parlava poco bene della premiata ditta Casaleggio e Grillo) la dice lunga sulle reali […]
12 dicembre 2012
Silvio Berlusconi

BERLUSCONI COME PERON. L’ITALIA E L’EUROPA CONTRO IL POPULISMO

Si racconta che il Colonnello Peron, Presidente dell’Argentina negli anni ’50, di fronte a una crisi drammatica in cui il peso si svalutava di giorno in giorno nei confronti del dollaro con effetti disastrosi sul commercio estero, sulla produzione e sull’inflazione abbia arringato la folla in un comizio con una frase ad effetto “Ma voi quando andate al mercato comprate con i pesos o con i dollari? E allora, che vi importa del dollaro?”. Chi racconta l’episodio dice che Peron fu sommerso da un’ovazione.Non sappiamo se Berlusconi conosca il precedente di Peron. Ma il suo “che ce ne importa dello spread” […]
9 dicembre 2012
Senato2008.

D’ALIMONTE SBAGLIA. LA LOMBARDIA NON SARÀ DECISIVA PER IL SENATO

Il Prof. D’Alimonte in un articolo su Il Sole 24 Ore sostiene che per l’esito delle elezioni al Senato  sarà decisiva la Lombardia.La tesi di D’Alimonte – che attribuisce al Centrosinistra 7 seggi fra Trentino Alto Adige, Molise e Circoscrizione Estero –  è abbastanza semplice. Se il Centrodestra vincesse in Lombardia e in  Veneto e in queste regioni il Movimento Cinque Stelle e l’UDC dovessero superare l’8 per cento, partecipando, in conseguenza, alla  spartizione dei seggi spettanti ai perdenti, il Centrosinistra, pur vincendo nelle altre 15 regioni, si fermerebbe a 155 seggi e, quindi, non avrebbe la maggioranza assoluta. La […]
7 dicembre 2012
beppe-grillo.

PARLAMENTARIE FLOP PER IL M5S. GRILLINI DELUSI

Per lui l’esito delle Parlamentarie on-line del Movimento 5 Stelle rappresenta “una festa della democrazia”. Non è così, però, per tanti cybernauti grillini, per i quali le Parlamentarie, in realtà, altro non sono state che un flop totale. Il day after di Beppe Grillo, quello in cui, chiusi i gazebo virtuali del voto, ci si confronta con i numeri, se da un lato è fatto di gioie e soddisfazioni, dall’altro si contraddistingue anche di forti delusioni e cocenti polemiche.A partire dai dati, quelli reali di questa consultazione. “I voti espressi  sono stati circa 95.000 per 1.400 candidati presenti in tutte […]