9 gennaio 2013

Abu Grahib: società Usa risarcirà 71 ex detenuti

La Engility Holdings Inc., società di contractors con sede a Chantilly, in Virginia, dovrà risarcire una settantina di persone torturate nel carcere iracheno di Abu Ghraib. L’azienda di contractors americana ufficialmente procurava traduttori al carcere per gli interrogatori, ma di fatto collaborava nella tortura dei prigionieri. Il risarcimento che ora la società dovrà sborsare (cinque milioni di dollari) è il frutto di un accordo preso dall’azienda con i rappresentanti legali delle persone torturate, che avevano intentato una class action negli Usa contro la Engility. Secondo l’accordo ogni persona riceverà circa 70 mila dollari. Si tratta del primo risultato positivo conseguito […]
9 gennaio 2013

Allarme Ospedali: niente posti letto a Roma

Troppe ambulanze bloccate negli ospedali di Roma, a causa dell’improprio utilizzo delle barelle delle ambulanze stesse per sistemare in corsia i malati, a causa, ovviamente, della carenza di posti letto. È allarme ospedali a Roma Capitale: la denuncia arriva direttamente dal direttore dell’Ares 118, il centralino delle emergenze sanitarie, per il quale in questo momento sono a rischio i soccorsi d’urgenza nella Capitale. Il direttore del 118 ha scritto questa mattina una lettera indirizzata ai responsabili dei pronto soccorso e per conoscenza a sindaco, presidente della Regione e  prefetto.  Il ministro della Salute Renato Balduzzi, appresa la notizia del blocco […]
9 gennaio 2013

Nigeria: liberati i tre marinai italiani rapiti dai pirati

Sono stati liberati i tre marinai italiani, rapiti dai pirati il 23 dicembre scorso al largo delle coste della Nigeria, mentre il rimorchiatore “Asso21” su cui erano imbarcati si dirigeva a Port Harcourt. Sono in buone condizioni e sono già rientrati in patria. “La loro liberazione  – ha detto il ministro degli Esteri Giulio Terzi – rappresenta un successo della Farnesina e di tutti i funzionari delle strutture dello Stato”. Terzi ha inoltre sottolineato che per il rilascio degli ostaggi non è stato pagato alcun riscatto: “La policy del governo italiano è quella di non pagare riscatti, ma di muoversi […]
8 gennaio 2013

Diminuiscono le vendite delle moto. Ma la Piaggio resiste

Le vendite delle moto in forte flessione nel 2012. Secondo l’associazione di categoria, nell’anno appena trascorso, le immatricolazioni sono diminuite del 19 per cento, Ancora più preoccupante il dato di dicembre, mese nel quale il calo è stato di circa il 30 per cento. La Piaggio, però, è riuscita a fare fronte in parte alla crisi aumentando la propria quota sul mercato italiano del 2,3 per cento.