18 gennaio 2013

Marchionne annuncia investimenti. Diciassette nuovi modelli entro il 2016

Mentre parte la cassa integrazione a Melfi, Sergio Marchionne promette rilevanti investimenti e 17 nuovi modelli entro il 2016. Per di più annuncia che nel giro di tre – quattro anni si arriverà alla piena occupazione di tutti i dipendenti del gruppo. La cassa integrazione non sarebbe il solito escamotage per ridurre la produzione e mettere i dipendenti a carico della collettività ma lo strumento per ristrutturare la fabbrica e dare il via alla produzione di nuove automobili.. Tutto interessante e, anche condivisibile. L’unico dubbio è che Marchionne ha già preso impegni analoghi in passato, salvo cambiare idea ai primi […]
18 gennaio 2013

L’etica in economia riparte dalla City di Londra

Forse viene dalla city il primo passo per uscire in maniera definitiva dalla crisi economica. Il nuovo Amministratore delegato di Barclays, Antony Jenkins, ha deciso di imprimere una svolta epocale ai criteri di gestione della banca. Jenkins ha inviato una nota ai 140.000 dipendenti annunciando un mutamento radicale delle regole di comportamento. “D’ora in poi, ha scritto, conterà non solo quanto ciascuno renderà ma anche il come”.  “Non dovremo più premiare, ha aggiunto, persone per aver fatto guadagnare  la banca in maniera non etica o in contrasto con i nostri valori”. E ancora “Le banche sono diventate troppo concentrate sui […]
18 gennaio 2013

Vietata la pausa caffè a inizio turno

Allontanarsi dal proprio posto di lavoro per prendere un caffè è un comportamento passibile di sanzioni disciplinari. Lo ha sancito una sentenza del TAR di Trento che ha respinto il ricorso di un poliziotto colpevole di “avere abbandonato il proprio posto di lavoro” ad inizio turno per prelevare un caffè e una bottiglietta d’acqua da un distributore automatico.Non conosciamo i dettagli dell’episodio. Ma sembra che uno degli elementi per i quali la sanzione sia stata considerata legittima è proprio il fatto che l’agente si sia allontanato a inizio turno, in quanto si presume che un dipendente faccia colazione prima di […]
18 gennaio 2013

Siria, ucciso un giornalista francese

I soldati del governo siriano fanno una nuova vittima. Si tratta di un giornalista francese di 58 anni, ucciso nel corso di un violento combattimento con i ribelli. A freddare Yves Debay, è questo il nome della vittima, è stato un cecchino nascosto tra le fila dei fedeli al regime, mentre il giornalista stava effettuando un reportage ad Aleppo, nel nord della Siria, sull’ennesimo e violento combattimento che sta dilaniando il paese siriano. Tragico il bilancio: Yves Debay è il diciottesimo giornalista che, in ventidue mesi di conflitto, lascia la propria vita in territorio siriano. A questi vanno aggiunti circa […]