20 gennaio 2013

La medicina omeopatica si diffonde sempre di più in Italia

L’ostracismo della medicina ufficiale non è stato sufficiente a impedire alla medicina omeopatica di affermarsi. Oggi, secondo le statistiche, ricorrono ai farmaci omeopatici circa il 25 per cento degli italiani, distribuiti in modo sostanzialmente uniforme su tutto il territorio nazionale. Ci sono anche ospedali che cominciano ad affiancare le cure omeopatiche a quelle tradizionali. Uno dei casi più conosciuti è quello dell’ospedale di Pitigliano in Toscana, ove sono a disposizione del paziente, accanto alle cure tradizionali, le medicine alternative, omeopatia, agopuntura, fitoterapia.
20 gennaio 2013

Gli Stati Uniti “studiano” le obbligazioni europee.

La sentenza della Corte federale di New York che ha condannato l’Argentina a rimborsare integralmente i creditori che avevano rifiutato la transazione sul risarcimento dei crediti proposta dal paese sudamericano nel 2005 continua a tenere banco. Se la sentenza non sarà riformata l’Argentina rischia una nuova crisi finanziaria.con ripercussioni anche esterne molto gravi. Ma la preoccupazione maggiore è evitare problemi analoghi per il futuro.A tal fine è allo studio delle autorità monetarie federali la diffusione a livello internazionale delle clausole di azione collettiva già adottate dai Paesi euro. Tali clausole regolamentano l’ipotesi che gli Stati siano costretti a ricontrattare i tassi, […]
20 gennaio 2013

Anche la Cina delocalizza

La globalizzazione comincia a colpire anche la Cina. Il settore tessile, uno dei primi in cui il Paese asiatico ha superato l’Europa ha avviato un processo di delocalizzazione in alcuni paesi africani in cui il costo del lavoro è ancora più basso.La globalizzazione, alla fine, comincia a colpire anche quei paesi che avevano tratto maggior vantaggio dall’apertura dei mercati.  
20 gennaio 2013

Google abolisce le password

Le password sono un problema per tutti gli utenti di Internet. Google sta per immettere sul mercato una chiavetta USB  che dovrebbe sostituire tutte le password personali e che, ovviamente, deve essere custodita con grande curaC’è anche la possibilità per i distratti di assicurarsi, comunque, la segretezza dei propri dati informatici. E’ sufficiente che acquistino un modello di chiavetta che si attiva solo con le impronte digitali del legittimo proprietario