3 giugno 2013

Eternit e vittime dell’amianto: Schmidheiny condannato a 18 anni

È stata inasprita la pena per Stephan Schmidheiny, l’imprenditore coinvolto nella strage dell’Eternit, la multinazionale dell’amianto che ha provocato migliaia di vittime tra morti e malati. La Corte d’Appello di Torino ha pronunciato per il magnate svizzero una condanna a diciotto anni: questo perché i giudici hanno esteso le responsabilità dell’imputato anche per gli stabilimenti di Bagnoli (Napoli) e Rubiera (Reggio Emilia). Schmidheiny, titolare dell’Eternit dal 1972, era accusato di disastro ambientale doloso e omissione dolosa di misure di sicurezza. La svizzera Eternit ha prodotto amianto nella Penisola per venti anni, dal 1966 al suo fallimento nel 1986. Quattro gli […]
30 maggio 2013

A due anni intossicato da stupefacenti: arrestato il padre

Intossicazione da sostanze stupefacenti: questa la diagnosi riscontrata dal reparto di pediatria di un ospedale di Roma, che ha ricoverato un bimbo di appena due anni trasportato all’ospedale dagli stessi genitori. Il piccolo aveva forti disturbi dell’equilibrio e della reattività. Le perquisizioni della Polizia Locale Roma Capitale, in collaborazione con il Gruppo Pronto Impiego della Guardia di Finanza, hanno portato all’arresto del padre del bambino, un uomo di trentacinque anni: a casa dei genitori del piccolo, infatti, sono stati rinvenuti numerosi frammenti di sostanze stupefacenti, persino all’interno della camera dei bambini, oltre a un borsello che conteneva circa cinquanta grammi […]
30 maggio 2013

Stop all’acquisto degli F-35: alla Camera una mozione Sel-M5S

No all’acquisto da parte del Governo di 90 caccia F-35: arriva unanime l’opposizione da parte del Movimento 5 Stelle e di Sinistra Ecologia e Libertà, che hanno presentato una mozione alla Camera dei Deputati, nella quale chiedono al Governo di risparmiare i soldi di questo nuovo acquisto per investirli in altri settori. Si tratta di circa 13 miliardi di euro che, secondo quanto viene detto all’interno della mozione, potrebbero essere destinati come fondi alla tutela del territorio, all’apertura di nuovi asili nido e ad investimenti pubblici in generale. Il testo ha già raggiunto circa 160 firme: Ad appoggiare laa mozione […]
29 maggio 2013

Massimo Ciancimino arrestato per frode fiscale

Massimo Ciancimino è stato arrestato per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, nel settore della commercializzazione di metalli ferrosi. L’arresto arriva all’indomani dell’apertura del processo per la trattativa Stato-mafia, in cui Ciancimino è imputato, ma anche testimone chiave. Quanto all’inchiesta delle Fiamme Gialle sulla frode fiscale, che ha portato ad altri otto arresti, sono state scoperte 22 società utilizzate dall’associazione criminale al solo scopo di frodare il fisco: il giro d’affari dell’organizzazione ammontava ad oltre 100 milioni di euro e l’Iva evasa a oltre 30 milioni.