2 giugno 2012
hosni mubarak

SENTENZA STORICA IN EGITTO: ERGASTOLO PER HOSNI MUBARAK

Sentenza storica in Egitto, dove il Tribunale del Cairo ha condannato all’ergastolo l’ex presidente egiziano Hosni Mubarak. La sentenza mette la parola fine, dopo dieci mesi di udienze, al processo all’ex rais, per il quale l’accusa aveva chiesto la pena di morte. Mubarak doveva rispondere di corruzione e dell’accusa di aver ordinato la repressione contro i manifestanti pacifici della Rivoluzione del 25 gennaio, repressione che era costata la vita a ben 850 persone. Quella del Tribunale del Cairo è a tutti gli effetti una sentenza dalla portata storica, in quanto Hosni Mubarak è il primo capo di uno Stato arabo […]
20 maggio 2012
Hollande e Obama

HOLLANDE, SECONDA PROMESSA MANTENUTA: VIA DALL’AFGHANISTAN SUBITO

Quelle di Francois Hollande durante la campagna elettorale non erano promesse politiche fini a se stesse, confezionate ad hoc solo per “acchiappare il voto” degli elettori. Una a una, infatti, il nuovo presidente francese le sta rispettando tutte. Dopo il taglio del 30 per cento degli stipendi (provvedimento già varato nel primo consiglio dei ministri e che va a colpire tanto il suo salario, quanto quello del premier e di tutti i ministri), il neo presidente è subito passato all’azione su un altro tema caldo della politica francese: l’impegno militare in Afghanistan. Per la seconda volta nel giro di poche […]
13 maggio 2012
Angela Merkel

ANCHE GLI ELETTORI TEDESCHI CONTRO L’AUSTERITY

Il crollo della CDU nelle elezioni nel Nord Reno Westfalia , la più popolosa regione della Repubblica Federale ( – 8 per cento rispetto alle precedenti elezioni) potrebbero segnare l’inizio della fine politica della cancelliera Merkel. Una fine politica che segue il fallimento della sua politica economica che ha portato all’isolamento della Germania in Europa e a conseguenze negative per tutti i paesi della zona euro. Anche gli elettori tedeschi si sono resi conto che il rigore cieco non porta da nessuna parte e che, se perseguito senza correttivi, avrebbe effetti negativi non solo per gli altri paesi della zona […]
12 maggio 2012
Presidente Hollande

IL PRESIDENTE HOLLANDE ARRIVA ALL’ELISEO E SI TAGLIA LO STIPENDIO

Sembra iniziare con il piede giusto il cammino di François Hollande all’Eliseo. Il debutto del nuovo presidente alla guida della Francia, così come lui stesso aveva più volte ripetuto nei mesi di campagna elettorale, comincia con una mossa intelligente, che di sicuro piacerà ai suoi sostenitori, ma anche a chi non credeva nella sua vittoria: quella di tagliarsi lo stipendio del 30 per cento, vale a dire da 19.331 a 13.532 euro netti al mese. Sarà proprio questa una delle misure che il neo presidente francese adotterà ufficialmente in occasione del prossimo Consiglio dei ministri, il 16 maggio, all’indomani del […]