30 ottobre 2012
Nello Formisano

GLI ELETTORI CHIEDONO UNITÀ DEI PROGRESSISTI E DEI MODERATI DI SINISTRA

  di Nello Formisano –  I risultati delle elezioni regionali siciliane non sono facili da interpretare, in quanto derivano dalle spinte contrastanti che pervadono la società e la politica in questa complessa fase di transizione.Però, alcuni segnali sono chiari.Il centrosinistra ha una maggioranza non ampia ma sufficiente per governare. Nella terra del 61 a 0 è un evento di grande significato che indica la fine definitiva di un periodo buio per il nostro Paese.I cittadini hanno mostrato di essere più saggi dei politici. Si sono pronunciati in modo inequivocabile per l’unità, penalizzando quelle forze che, sia pure con motivazioni legittime, […]
23 ottobre 2012
Giorgio Benvenuto

CON LA LEGGE DI STABILITÀ PIÙ INIQUITÀ E MENO SVILUPPO. URGE RITORNO ALLA CONCERTAZIONE

di Giorgio Benvenuto –  Molti perdono il lavoro, numerose aziende chiudono, precipita il potere d’acquisto delle famiglie, aumenta il tasso dell’iniquità fiscale.In questo scenario si collocano i due ultimi provvedimenti del Governo: la “legge di stabilità” e la legge per la “delega per la riforma fiscale”.Il Governo mostra di avere la veduta corta. E’ incapace di andare oltre il calcolo di breve periodo per guardare al futuro oltre la crisi. Il 2012 passerà alla storia come un “annus horribilis”. Il potere d’acquisto delle famiglie diminuirà, salvo ulteriori manovre, del 4,1%. Secondo il Codacons il carrello della spesa costerà per una […]
20 ottobre 2012
Ministro Profumo

NO A NUOVI TAGLI A DANNO DELLA SCUOLA PUBBLICA

di Andrea Daniro Nella legge di stabilità approvata dal governo nei giorni scorsi e ora all’esame delle Camere è emersa una perla nascosta tra le pieghe di articoli e commi. Una perla che non è stata evidenziata in nessuna conferenza stampa, con uno stile che ricorda i peggiori governi politici del passato.Sono stati stanziati 223 milioni di euro per la scuola paritaria. Una cifra enorme, considerato che  il disegno di legge è fatto di tagli e tasse e non ci sono elargizioni tanto generose a nessun altro settore economico.La cosa più grave è che, contestualmente, vengono tagliati  altri 265 milioni […]
19 ottobre 2012
palazzo-ue

ALL’UNIONE EUROPEA PIÙ POTERI E PIÙ DEMOCRAZIA

di Ettore Nardi Siamo stati sempre molto critici verso la Merkel. La sua rigidità è, ad avviso di tutti gli osservatori più attenti, una della cause della attuale crisi della UE. Però, questa volta la proposta della cancelliera tedesca sembra andare nella giusta direzione, anche se necessita di integrazioni e aggiustamenti.Rafforzare le Istituzioni comunitarie e trasferire a Bruxelles maggiori poteri è inevitabile se si vuole salvaguardare il futuro dell’Unione europea e dell’euro.Una prospettiva del genere non è nell’interesse della Germania ma di tutta l’Europa e, soprattutto, dei paesi più deboli. È evidente, infatti, che se si chiede all’Unione di intervenire […]