9 agosto 2012
Giuliano Amato

SULLA RIDUZIONE DEL DEBITO IL GOVERNO MONTI È IN RITARDO

Gli estimatori di Mario Monti si chiedono da mesi per quale motivo finora il Professore si sia concentrato nella riduzione del deficit e non abbia fatto sostanzialmente nulla per aggredire il debito.La spiegazione data in maniera apodittica dal Presidente del Consiglio, “è bene attaccare prima il deficit e poi il debito” non ha alcun valore sul piano scientifico.In primo luogo perché il debito è, tra l’ altro,  una delle cause più significative del deficit attraverso gli interessi e, quindi, se si riduce il debito si incide indirettamente anche sul deficit. In secondo luogo, perché l’Italia è sotto attacco proprio per […]
27 luglio 2012
ILVA Taranto

TARANTO, CAOS ILVA: ACCIAIERIA SOTTO SEQUESTRO E 8 ARRESTI DOMICILIARI- LA PREOCCUPAZIONE DEGLI OPERAI

È alta la tensione nella città di Taranto, dove la magistratura ha ordinato il sequestro di diversi reparti dell’acciaieria Ilva, una delle aziende più in vista dell’economia pugliese, e ha disposto gli arresti domiciliari per otto dirigenti ed ex dirigenti della struttura. Il tutto rientra nell’ambito dell’inchiesta per disastro ambientale, avviata e coordinata dalla procura tarantina proprio a carico dei vertici dell’Ilva: ad essere finiti sotto i sigilli sono i settori  parchi minerali, le cokerie, l’area agglomerazione, l’area altiforni, le acciaierie e la gestione materiali ferrosi. Per quanto riguarda gli arresti, questi vanno a colpire il patron Emilio Riva, presidente […]
21 luglio 2012
Sergio Marchionne

FIAT: CONTRO LA CRISI RINNOVARE LA PRODUZIONE

Con la messa fuori produzione di Idea e Musa la crisi produttiva della Fiat fa un altro passo in avanti. Dopo le mirabolanti promesse di Marchionne che aveva parlato di miliardi di investimenti e di nuovi modelli, si registrano arretramenti in tutti gli stabilimenti italiani sia sotto il profilo produttivo che occupazionale. Dei nuovi investimenti si è visto ben poco o quasi nulla. E l’occupazione continua a ridursi. Non è servita a nulla la guerra ai sindacati, l’uscita della Fiat da Confindustria, il nuovo contratto dell’auto, l’espulsione della FIOM dalle fabbriche. Certo, l’industria dell’auto è un’industria matura e tutte le […]
13 luglio 2012
agenzie di rating

MOODY’S DECLASSA L’ITALIA MA IL MERCATO BOCCIA L’AGENZIA

Il downgrade del debito italiano da parte di Moody’s non ha avuto grandi conseguenze per il nostro Paese.È da tempo, ormai, che i mercati non prendono in alcuna considerazione le profezie di questa come delle altre agenzie di rating.La loro credibilità già messa a dura prova dalle valutazioni sulle banche americani e sui titoli spazzatura che hanno dato il via alla crisi del 2008 è definitivamente crollata, quando le previsioni sull’euro e sui diversi paesi facenti parte della moneta unica si sono rivelate fallaci.Ormai alle agenzie di rating non da fiducia più nessuno.È evidente a tutti che le loro valutazioni […]