23 novembre 2015
Bashar Al Assad

SIRIA, TANTI CIVILI UCCISI DALLE BOMBE INTELLIGENTI FRANCESI E RUSSE

Che li si voglia chiamare raid “democratici” o “mirati” la dinamica dei fatti non cambia. Le bombe che i caccia francesi e russi stanno lanciando quotidianamente in Siria, se da un lato colpiscono le roccaforti strategiche dell’Isis, facendo perdere così potere ai terroristi, dall’altro uccidono anche i civili: innocenti che con l’Isis non hanno nulla in comune, se non il fatto di essere essi stessi vittime ed ostaggio di quel terrore che i jihadisti dello Stato Islamico stanno perpetrando.
23 novembre 2015
Partito-Democratico-Bandiere

COMINCIA LA BATTAGLIA PER LE AMMINISTRATIVE. MA NON SONO PREVEDIBILI CONSEGUENZE POLITICHE

I partiti cominciano a scaldare i motori per le elezioni comunali di primavera. Il voto per i sindaci di Napoli, Milano, Torino e soprattutto Roma avrà infatti una grande importanza, visto che comincerà ad indicare quali forze politiche saranno in grado di contendersi il governo del Paese. In particolare, l’attenzione è concentrata sulla situazione del Partito Democratico, in grave difficoltà a Roma, dove, dopo la fine disastrosa della amministrazione Marino, è sprofondato al di sotto della soglia del 20 per cento, e nelle altre città, dove i sondaggi non sono favorevoli.
23 novembre 2015
Nello Formisano

LA LEGGE DI STABILITÀ PASSA ALLA CAMERA. NECESSARIE MODIFICHE SU MEZZOGIORNO E PENSIONI

La legge di Stabilità ha superato l’esame del Senato senza modifiche sostanziali rispetto al testo iniziale del governo. Il dibattito intercorso in queste settimane non ha prodotto alcun risultato sui punti nodali della manovra. Manovra  i cui effetti saranno di grande rilevanza per la crescita nei prossimi anni. Dopo un lungo periodo di recessione l’economia italiana sta riprendendo, sia pure con grande lentezza, il cammino dello sviluppo. Ma l’economia, proprio in questa fase, ha bisogno di sostegno, in quanto la ripresa è gracile e inferiore a quella dei nostri principali partner europei. Il che significa che è fondamentale utilizzare in […]
23 novembre 2015
Angelino Alfano

ACCRESCERE I FONDI PER LA SICUREZZA. GARANTIRE L’INCOLUMITÀ DEI CITTADINI È UN DOVERE PRIMARIO DELLO STATO

I fatti di Parigi ed i continui allarmi che stanno caratterizzando gli ultimi giorni, denotano la necessità di una continua sorveglianza in relazione ad una possibile minaccia terroristica. Nel nostro Paese, in particolare, l’allerta è massima per via del prossimo inizio del Giubileo, previsto per l’otto dicembre. Una simile situazione necessita di stanziamenti straordinari. È quindi assolutamente necessario che il governo aumenti i fondi per il comparto sicurezza e per la difesa, due ambiti della vita pubblica che per troppo tempo sono stati ingiustamente dimenticati.