16 febbraio 2016
Nello Formisano

PROPOSTA DI LEGGE DI NELLO FORMISANO SULLE BANCHE POPOLARI. SALVAGUARDARE LA BIPARTIZIONE DEL SISTEMA CREDITIZIO FRA SOCIETÀ PER AZIONI E BANCHE COOPERATIVE

La proposta di legge dell’On. Nello Formisano che pubblichiamo è il naturale complemento della riforma delle banche popolari proposta dal governo  con il D.L. n. 3 del 24 gennaio 2015 che ha imposto la trasformazione in società per azioni delle banche con un attivo superiore agli otto miliardi di euro. In realtà, il decreto legge del governo pecca di mancanza di organicità. Non c’è alcuna argomentazione che giustifichi l’obbligo di trasformazione in SpA per alcune banche, se non una generica teoria che “grande è bello”, teoria che, ovviamente, non ha alcun fondamento scientifico.
12 febbraio 2016
beppe_grillo

IL M5S E LE ELEZIONI COMUNALI A ROMA. TUTTO IL POTERE DECISIONALE NELLE MANI DI CASALEGGIO E GRILLO

Sono undici le aree tematiche sulle quali il popolo pentastellato è stato chiamato ad esprimere tre preferenze, che saranno poi il perno principale da cui partirà il programma elettorale del Movimento 5 Stelle per le prossime elezioni comunali di Roma. Si va dal diritto alla casa alla sicurezza, passando per le politiche sociali, l’emergenza rifiuti e il tanto caro tema della trasparenza e degli sprechi. È sul blog di Beppe Grillo che si sta giocando la corsa per Roma Capitale. Tutto pronto nel Movimento 5 Stelle in vista delle amministrative che si terranno a Roma, anche se di fatto un […]
8 febbraio 2016
Carcere di Guantanamo

ABUSI SUI PRIGIONIERI NELL’ERA DI BUSH: IL PENTAGONO COSTRETTO A PUBBLICARE 200 FOTO “SCOMODE” PER GLI USA

Sono circa 200 le foto scomode per l’amministrazione statunitense che aveva cercato in tutti i modi di tenerle nascoste e di non renderle pubbliche. A distanza di oltre dieci anni, il caso degli abusi e dei maltrattamenti commessi dai soldati Usa nelle carceri americane in Medio Oriente registra una svolta. Una svolta che ha il sapore di sconfitta per il Pentagono; di vittoria, invece, per l’associazione American Civil Liberties Union, promotrice della battaglia legale iniziata nel 2004.
4 febbraio 2016
Diga di Mossul

LOTTA ALL’ISIS, GLI USA CHIEDONO DI PIÙ ALL’ITALIA. IL GOVERNO INVIERÀ ALTRI SOLDATI IN IRAQ

L’Italia manderà altri soldati in Iraq. Non si fa attendere la risposta del governo italiano alla richiesta avanzata dagli Stati Uniti, che, proprio pochi giorni fa e per bocca del segretario di Stato John Kerry, ha chiesto un maggiore coinvolgimento del nostro Paese nella lotta all’Isis, non solo in Libia, dove l’Italia dovrebbe essere alla guida della coalizione internazionale, ma anche in Irak, dove i terroristi sono ancora minacciosi, nonostante le sconfitte subite nei mesi scorsi.