28 aprile 2012

Si potranno acquistare anche nei supermercati 230 farmaci.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un elenco di duecentotrenta farmaci di fascia che potranno essere venduti senza ricetta medica nelle parafarmacie e nei supermercati. Questi esercizi dovranno avere una serie di requisiti, fra i quali la presenza di un farmacista per tutta la durata dell’apertura.Positiva la valutazione dell’Ordine dei Farmacisti. Negativi, invece, i commenti delle Coop e delle Associazioni dei Consumatori secondo i quali il provvedimento è minimalista e non porterà alcun avvio di liberalizzazione nel settore.
27 aprile 2012

Il Monte dei Paschi di Siena torna in utile

Il Monte dei Paschi di Siena è tornato all’utile. Nel primo trimestre 2012 la banca senese sotto la guida del nuovo Presidente Alessandro Profumo e del nuovo Amministratore Delegato Fabrizio Viola, ha conseguito un utile di 54,5 milioni di euro.La nuova dirigenza manifesta ancora perplessità, invece, sulla ricapitalizzazione di 3,26 miliardi di di euro richiesta dall’EBA.Sono allo studio anche soluzioni alternative.Annunciato il raggiungimento di un’intesa tra la Fondazione MPS e le banche creditrici per il debito da un miliardo di euro. Previsto un rimborso parziale e una rinegoziazione del residuo. 
26 aprile 2012
i moderati

GIACOMO PORTAS DIFENDE I MODERATI DALL’ASSALTO DI BERLUSCONI

Silvio Berlusconi ci pensa da tempo. Cambiare il nome del PDL in Moderati potrebbe essere il colpo di scena capace di ridare slancio alle fortune politiche del suo partito oggi in pesante ribasso. Certo cambiare il nome non è tutto. Per diventare il partito dei moderati il PDL dovrebbe cambiare pelle, classe dirigente e, magari, anche leader, visto che Berlusconi in questi anni si è caratterizzato per gli eccessi, non certo per la moderazione.Ma il Cavaliere è sempre convinto che l’immagine viene prima di tutto. E, quindi, avrebbe già avviato l’operazione cambio di nome se non fosse che una forza […]
24 aprile 2012
Elicotteri Finmeccanica

LA LEGA E GLI AFFARI DI FINMECCANICA

L’inchiesta sull’attività di riciclaggio che sta investendo in questi giorni la Lega Nord si intreccerebbe con un’altra indagine: quella di presunte tangenti da parte di Finmeccanica, per ottenere commesse estere e per finanziare la politica italiana. Al centro di questo nuovo filone investigativo, che ieri ha portato i magistrati della Procura di Napoli a compiere perquisizioni e sequestri a Lugano, in Svizzera, vi sarebbe un affare da 51 milioni di euro. A tirare in ballo il Carroccio sarebbero state le dichiarazioni dell’ex capo delle relazioni esterne di Finmeccanica, Lorenzo Borgogni, più volte sentito come teste dai magistrati che coordinano l’inchiesta […]