1 maggio 2012
mario monti.

MONTI: TAGLI ALLE SPESE E TAGLI AI COMPROMESSI

Il Consiglio dei ministri di ieri sulla spending review e la relativa conferenza stampa segnano, probabilmente, il punto di svolta nella vita del governo Monti.Attaccato dalla stampa e dai partiti del centro destra  che, alla ricerca di una improbabile rilegittimazione nei confronti degli elettori, tentano una bassa speculazione  sugli sforzi per il risanamento e sui sacrifici necessari proprio per rimediare al disastro provocato da tre anni e mezzo di governo Berlusconi, Monti ha dimostrato tutta la sua determinazione sia a livello comunicativo che a livello operativo.A livello operativo ha dato il via finalmente all’attacco alla spesa pubblica improduttiva. Il  primo […]
1 maggio 2012
marò in india

MARÒ: BLOCCATO IL PAGAMENTO DELL’INDENNIZZO ALLE VITTIME

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dovranno rimanere dietro le sbarre almeno per altri 14 giorni. Non lascia presagire nulla di buono la nuova decisione del Tribunale di Kollam, che sul caso dei due marò italiani, con un rinvio dietro l’altro, continua a prendere tempo. Ma al di là della decisione, scontata, di prolungare il carcere preventivo di altre due settimane per i due nostri militari, la vera novità riguarda l’accordo extragiudiziale, con il quale il governo italiano e i familiari dei due pescatori uccisi in India erano riusciti, martedì scorso, a trovare un’intesa.
30 aprile 2012

Assicurazioni Generali, una grande azienda nonostante i presidenti

La notizia è vecchia ma è tornata di attualità in tempi di licenziamenti di massa, di suicidi e di drastico ridimensionamento dell’art. 18.Antoine Bernheim, per anni Presidente e Vice Presidente di Assicurazioni Generali,  ha fatto causa alla Azienda per le dimissioni, evidentemente non volontarie dalla Presidenza e, nonostante una liquidazione favolosa e un vitalizio di un milione e mezzo, chiede un indennizzo di venti milioni di euro.Un ex Presidente che ricorre al Giudice del Lavoro come un qualunque impiegato o commesso fa, ovviamente, scalpore, anche in considerazione del fatto che il pensionamento forzato è avvenuto all’età di 86 anni.La cosa […]
28 aprile 2012
berlusconi e pisanu

BERLUSCONI VORREBBE UNIRE I MODERATI. MA NON HA IL BACKGROUND ADATTO

Altro che “andare oltre il Pdl”. Berlusconi sa di essere in una situazione molto difficile, con i consensi che scendono di settimana in settimana e tenta l’ultima carta: unire i moderati. Sarebbe questo il concetto ribadito dall’ex premier a Giuseppe Pisanu, nel faccia a faccia consumatosi a Palazzo Grazioli. I due si sono incontrati dopo la mossa dell’ex ministro dell’Interno di mettere a punto un documento per una nuova forza politica, che in teoria, dovrebbe guardare oltre il Pdl,  per una nuova fase.Il Cavaliere, in altri tempi, avrebbe cancellato per sempre il ribelle.