14 settembre 2012
manifestazione contro <stati Uniti

L’AUTORE DEL FILM ANTI-ISLAM HA UN VOLTO: È NAKOULA BASSELEY

Ha un volto e un nome il regista del film “Innocence of Muslims”, la pellicola che, ridicolizzando il Profeta Maometto, ha scatenato la rabbia anti Usa in Medio oriente. Le ricerche degli investigatori americani, infatti, hanno scoperto che dietro la falsa identità di Sam Bacile si nasconde il volto di Nakoula Basseley. L’uomo, 55enne e cristiano copto residente a Los Angeles, è già conosciuto alle autorità giudiziarie, in quanto condannato per frode bancaria nel 2010. Una volta identificato, l’autore del famoso film blasfemo su Maometto, colui che ha innescato manifestazioni in molti Paesi musulmani e causato l’uccisione dell’ambasciatore Usa in […]
14 settembre 2012
Anna Maria Cancellieri

SICUREZZA, IL PIANO DEL VIMINALE: “AGIRE CON IL DIALOGO”

In tempi di crisi economica c’è un aspetto che spaventa particolarmente: è quello della sicurezza, e, in particolare, dell’ordine pubblico. Ne è più che convinto il Comitato Nazionale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, che al Viminale ha svolto un’ampia e approfondita analisi sullo stato della sicurezza pubblica nel Paese, soprattutto in relazione alle molteplici criticità legate all’attuale situazione economica. Al riguardo, il Comitato, presieduto dal ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, ha dato una indicazione ben precisa: occorre “tenere alto il livello di attenzione”, attraverso una strategia che si fondi anche “sul dialogo con tutte le parti interessate”. L’incontro al Viminale, a […]
12 settembre 2012
elsa fornero

IL MONDO DEL LAVORO RICHIEDE NUOVE RELAZIONI INDUSTRIALI

Come prevedibile è stata presentata in Cassazione la richiesta di referendum sulla modifica dell’art. 18. Il Comitato è costituito da rappresentanze di IDV, SEL, FIOM, CGIL e partiti minori della sinistra. Non conosciamo nel dettaglio le proposte referendarie che dovrebbero tendere al ripristino del vecchio art. 18. Comunque, ci sarà tempo per tornare sull’argomento, considerato che non si potrà votare prima del 2014, in quanto nell’anno in cui si tengono elezioni politiche non si possono tenere referendum. Come valutazione politica, prescindendo dagli aspetti tecnici, è facile comprendere le ragioni dei presentatori della proposta referendaria. La modifica dell’art. 18 è stata […]
10 settembre 2012
francois hollande

LACRIME E SANGUE ANCHE PER I FRANCESI

Lacrime e sangue anche per i francesi per risanare i conti dello Stato. Si chiama “agenda del risanamento” e potrebbe costare a Francois Hollande la fine di quell’entusiasmo popolare che ha contraddistinto la sua elezione a presidente. La stangata per il popolo francese è arrivata in diretta televisiva, quando l’inquilino dell’Eliseo ha annunciato che il prossimo anno le famiglie e le imprese dovranno pagare tasse per 20 miliardi di euro in più rispetto al previsto. È un programma biennale “di sacrifici senza precedenti” ha annunciato lo stesso Hollande, per far sì che in due anni si possa recuperare il Paese, […]